DETTAGLI GARA - ID 2

Stato: Scaduta


Pannello di partecipazione

Registrati o Accedi per partecipare

Ente beneficiarioComune di Paliano
OggettoCONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL NUOVO PLESSO SCOLASTICO IN LOC. “SETTE FONTANE”
CIG8517842993
CUPI33H19000430001
Premio€ 21.215,54 Data pubblicazione25/11/2020
Categorie
  • 71221 - Servizi di progettazione di edifici
Breve descrizioneIl Concorso ha per oggetto la presentazione di proposte progettuali per la realizzazione di un plesso scolastico comprendente una scuola primaria e una scuola secondaria di primo grado in Loc. Sette Fontane con successivo affidamento per la redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica. La Stazione appaltante si riserva di affidare direttamente al vincitore del Concorso i successivi livelli di progettazione definitiva ed esecutiva e la direzione lavori.
 
Struttura proponenteCOMUNE DI PALIANO
Responsabile del servizioDott. Ing. Andrea ProiettiResponsabile del procedimentoPROIETTI ANDREA
Allegati
XML Richiesta DGUE
File pdf bando-di-concorso - 322.09 kB
25/11/2020
File pdf disciplinare - 655.42 kB
25/11/2020
File doc allegato-1 - 104.50 kB
25/11/2020
File doc allegato-2 - 199.50 kB
25/11/2020
File doc allegato-3 - 65.50 kB
25/11/2020
File pdf documento-preliminare-alla-progettazione - 1.65 MB
25/11/2020
File pdf documentazione-fotografica - 3.61 MB
25/11/2020
File pdf quadro-economico - 261.63 kB
25/11/2020
File pdf ar-001 - 1.84 MB
25/11/2020
File pdf ar-002 - 3.00 MB
25/11/2020
File pdf calcolo-corrispettivi - 524.12 kB
25/11/2020
File rar tavole-dwg - 4.93 MB
25/11/2020
File pdf determina-a-contrarre - 261.89 kB
25/11/2020
File rar foto - 66.75 MB
14/12/2020

Presentazione proposta progettuale


Termine richieste chiarimenti Lunedi - 11 Gennaio 2021 - 12:00 Data scadenza Venerdi - 15 Gennaio 2021 - 12:00 Apertura offerte Martedi - 26 Gennaio 2021 - 10:00

Il Concorso prevede la presentazione di proposte progettuali per la realizzazione di un nuovo plesso scolastico in Loc. Sette Fontane costituita da una scuola primaria e una scuola secondaria di primo grado, destinate ad ospitare N. 818 alunni circa, composta da:
  • n. 22 aule destinate a classi per una capienza massima di numero 25 alunni per la scuola primaria;
  • n. 17 aule destinate a classi per una capienza massima di numero 25 alunni per la scuola secondaria di primo grado;
  • n. 1 biblioteca;
  • n. 1 mensa della capienza di 450 persone;
  • n. 6 aule speciali per attività di laboratorio;
  • n. 1 ambiente di dimensioni consistenti per attività comuni sufficiente per svolgere attività come piccole rappresentazioni e riunioni che prevedano anche la presenza dei genitori;
  • n. 2 laboratori informatici;
  • n. 1 sala musica dotata di un adeguato comfort acustico;
  • palestra di tipo A1 della superficie di 200 m2, oltre servizi e spogliatoi divisi per sesso;
  • n. 1 ufficio di segreteria, bidelleria, archivio e sala insegnanti;
  • n. 1 infermeria;
  • n. 1 campo da calciotto;
  • n. 1 anfiteatro all’aperto avente una campienza di circa 400 persone.
Ai fini del raggiungimento dello standard minimo dell’area scolastica stabilito dalle Norme vigenti per l’edilizia scolastica, sarà possibile aggiungere alle superfici di proprietà comunale pari a circa S= 9.000 m2 (Foglio 19 Particella n. 83 e 88/p), anche superfici aggiuntive da espropriare (Foglio 19 Particella n. 84/p, 88/p e 170), per una superficie complessiva pari a circa S=6.700 m2. Sono possibili ulteriori aggiustamenti delle aree individuate da espropriare nella misura massima del 20%. E’ prevista la demolizione del campo di calciotto esistente in quanto obsoleto e di dimensioni non regolari.
I riferimenti tecnici e giuridici vengono citati, con la descrizione dettagliata dei contenuti e degli obiettivi da perseguire, nel Documento Preliminare alla Progettazione (di seguito DPP) nonché negli elaborati grafici, da intendersi quali parti integranti del presente Bando.
Il vincitore del Concorso, entro 20 giorni dalla proclamazione, dovrà completare lo sviluppo degli elaborati concorsuali, raggiungendo il livello del Progetto di fattibilità tecnica ed economica.
I progetti dovranno essere finalizzati alla massima qualità degli spazi e alla loro funzionalità rispetto alle esigenze didattiche, al fine di realizzare una scuola adeguata alle moderne esigenze della didattica e che sia punto di riferimento del territorio per le attività di apprendimento, formative, ricreative e culturali. Gli interventi proposti devono essere coerenti con tale visione e devono anche mirare ad implementarne la strategicità della didattica moderna, in funzione dell’evoluzione della popolazione scolastica.
La progettazione dovrà essere conforme ai Criteri Ambientali Minimi (CAM) di cui al Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare 24 dicembre 2015, come modificato dal DM 11 ottobre 2017.
La progettazione, ai sensi del D.L. 63/2013 covertito in Legge n. 90/2013, dovrà essere redatta progettando il plesso scolastico in Nzeb.
La natura del presente affidamento è tale da non consentire la suddivisione dello stesso in lotti funzionali/prestazionali, ai sensi dell’art. 51 del Codice.

Chiarimenti

  1. 04/12/2020 12:51 - Si richiede di precisare se al vincitore del concorso verrà rilasciato un Certificato di Buona Esecuzione del Servizio.

    Come specificato all’Art. 22 del disciplinare di concorso, su richiesta, verrà rilasciato un Certificato di Buona Esecuzione del Servizio, utilizzabile a livello curriculare, sia in termini di requisiti di partecipazione che di merito tecnico nell'ambito di procedure di affidamento di servizi di architettura e ingegneria.

     
    07/12/2020 09:12
  2. 04/12/2020 13:45 - Si richiede di chiarire quale sia la categoria - ID relativa alla prestazione principale

    La progettazione si articola nelle classi/categorie, identificate secondo quanto riportato nella Tabella Z del D.M. 17 giugno 2016, illustrate in dettaglio all’Art. 3 del disciplinare di concorso.
    07/12/2020 09:17
  3. 04/12/2020 13:17 - Si richiede di chiarire se ai fini della dimostrazione del possesso dei requisiti di capacità tecnica e professionale, le attività svolte nell’ambito delle stesse categorie per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità sia pari o maggiore a quello dei servizi da affidare.

    Conformemente a quanto riportato nelle Linee Guida ANAC N. 1 (Aggiornate con delibera del Consiglio dell’Autorità n. 417 del 15 maggio 2019), ai fini della qualificazione, nell’ambito della stessa categoria edilizia, le attività svolte per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare (non necessariamente di identica destinazione funzionale) sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità sia almeno pari a quello dei servizi da affidare.
    07/12/2020 09:33
  4. 07/12/2020 15:57 - Si chiede gentilmente se i requisiti di capacità tecnica e professionale (paragrafo 5, punto 2 e 3 del Bando) relativi all’avvenuto espletamento negli ultimi 10 anni di servizi relativi ai lavori appartenenti alle “Codice Opere” possano essere dimostrati anche con servizi espletati aventi lo stesso o maggiore grado di complessità ma differente codice di categoria.

    Conformemente a quanto riportato nelle Linee Guida ANAC N. 1 (Aggiornate con delibera del Consiglio dell’Autorità n. 417 del 15 maggio 2019), ai fini della qualificazione, nell’ambito della stessa categoria edilizia, le attività svolte per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare (non necessariamente di identica destinazione funzionale) sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità sia almeno pari a quello dei servizi da affidare.
    14/12/2020 11:38
  5. 07/12/2020 15:57 - Un soggetto architetto, regolarmente iscritto all'albo professionale, che svolge funzione di "direttore tecnico" di società S.r.l. professionale, può partecipare al concorso nell'ambito di R.T.I. da costituirsi, anche nella sua ulteriore e diversa funzione di legale rappresentante di altra società di professionisti con altra denominazione costituita con altri soggetti professionali?
     


    I requisiti di partecipazione e le modalità di partecipazione in caso di associazione sono stabilite in dettaglio all’Art. 5 del disciplinare di concorso.
    14/12/2020 11:42
  6. 08/12/2020 14:18 -
    1. In riferimento all’articolo “22. PREMIO E COMPLETAMENTO DEL PROGETTO DI FATTIBILITA’ TENICA ED ECONOMICA”del Disciplinare, si chiede se il Certificato di Buona Esecuzione che verrà erogato al premiato e ai primi cinque posti sarà del livello progettuale equivalente al Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica oppure a quello del Progetto Definitivo?
    2. In riferimento all’articolo “22. PREMIO E COMPLETAMENTO DEL PROGETTO DI FATTIBILITA’ TENICA ED ECONOMICA”del Disciplinare, si chiede se verranno eragate menzioni d’onore? In che numero? Alle eventuali menzioni saranno corrisposti dei Certificati di Buona Esecuzione e di che livello? Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica oppure Progetto Definitivo?
    3. Sarebbe possibile avere un rilievo delle alberature presenti nell’area di Concorso, con informazioni circa l’altezza e l’essenza arborea?
    4. In riferimento all’articolo “22. PREMIO E COMPLETAMENTO DEL PROGETTO DI FATTIBILITA’ TENICA ED ECONOMICA”del Disciplinare, si chiede di poter erogare un premio in denaro anche per gli ulteriori piazzamenti oltre il primo al fine di poter legare il Certificato di Buona Esecuzione ad un pagamento del servizio, senza il quale il Certificato può non essere valutato come valido.
    5. Sarebbe possibile sapere qual è l’altezza massima consentita per i nuovi edifici?
    6. In riferimento all’articolo “17. OFFERTA TECNICA”si chiede se la relazione illustrativa possa includere oltre le sue 20 pagine massime una pagina aggiuntiva di copertina oppure se la stessa pagina di copertina non debba essere computata nel calcolo delle 20 pagine massime.
    7. In riferimento all’articolo “17. OFFERTA TECNICA”si chiede, nello specifico degli elaborati grafici, se è possibile produrre ulteriori immagini oltre alle due immagini richieste nella tavola 4? Sarebbe possibile inserire queste ulteriori immagini in una qualsiasi delle tavole a scelta (indifferentemente tavola 1,2, 3 e 4)?
    8. In riferimento all’articolo “7. MOTIVI DI ESCLUSIONE E LIMITI DI PARTECIPAZIONE” si chiede in quale modalità si intende far firmare le Dichiarazioni di Assenza dalle cause di incompatibilità e conflitto d’interesse in capo alla Commissione che verrà nominata. Si pone questo quesiti per sapere se i Commissari nominati saranno edotti o meno dei nominativi degli operatori economici partecipanti. A tal fine si segnala la Delibera n. 436_1aprile 2020. Si chiede per cui, anticipatamente alla firma delle predette dichiarazioni da parte dei commissari, di accertarsi che gli stessi abbiano verificato l’assenza di ogni possibile causa di incompatibilità o conflitto nei confronti degli operatori economici partecipanti, come previsto da norma e deliberato dall’Anac.
    9. In riferimento all’articolo “7. MOTIVI DI ESCLUSIONE E LIMITI DI PARTECIPAZIONE” si chiede se aver collaborato ad un progetto in RTP con un commissario costituisce causa di incompatibilità o conflitto d’interesse.
    10. In riferimento all’articolo “7. MOTIVI DI ESCLUSIONE E LIMITI DI PARTECIPAZIONE” si chiede se aver avuto un rapporto di subordinazione all’interno di un progetto editoriale con un commissario costituisce causa di incompatibilità o conflitto d’interesse.
    11. In riferimento all’articolo “7. MOTIVI DI ESCLUSIONE E LIMITI DI PARTECIPAZIONE” si chiede se aver avuto una collaborazione accademica all’interno di un Dipartimento con un commissario costituisce causa di incompatibilità o conflitto d’interesse dal Consiglio di Stato, Sezione III, Sentenza 7 novembre 2018, n. 6299.
    12. Sarebbe possibile avere fotografie dell’area di concorso in qualità elevata?
    13. La strada statale posta a Sud è l’unica via d’accesso all’area di Concorso?
    14. La via sterrata presente all’interno dell’areale sul versante Est attigua allo Stadio deve essere conservata?
    15. Il parcheggio del Campo sportivo regolare da calcio esistente può essere incluso nell’areale di Concorso?
    16. In riferimento all’articolo “17. OFFERTA TECNICA”si chiede, il documento “SINTESI E IMMAGINI DELLA PROPOSTA (SUMMARY PRESS AND IMAGES)” quante pagine massime deve avere? 
    17. In riferimento all’articolo “7. MOTIVI DI ESCLUSIONE E LIMITI DI PARTECIPAZIONE” si chiede se aver svolto una pubblicazione, un progetto o una ricerca con tema la cartiera costituisca causa di incompatibilità o conflitto d’interesse.
    18. Esistono Vincoli gravanti sull’areale di Concorso?
    19. Sul versante Nord dell’areale di Concorso c’è una strada? Che rapporto si deve stabilire con il Palazzetto dello Sport?
    20. Sarebbe possibile avere un file .dwg editabile dell’intero territorio comunale di Paliano?
    21. Come si è stabilito il prezzo del lotto attiguo all’area dei Concorso ipotizzato come espropriabile?
    22. In riferimento all’articolo “3. IMPORTO DEI LAVORI OGGETTO DEI SERVIZI” si chiede se l’importo relativo alla Categoria E.08 possa essere qualificato tramite una certificazione di equivalente importo in E.13?
    23. Partecipando come singolo professionista, si chiede sia possibile non includere un giovane professionista.
    24. Si chiede, coerentemente con il Disciplinare, se sia possibile sopperire al numero organico minimo per l’espletamento del servizio successivamente all’aggiudicazione del Concorso in fase di affidamento dell’incarico.
    25. Si chiede di poter effettuare Sopralluogo, come previsto da Disciplinare.


    Come specificato all’Art. 22 del disciplinare di concorso, ai primi cinque classificati verrà rilasciato, su richiesta, un Certificato di Buona Esecuzione del Servizio, utilizzabile a livello curriculare, sia in termini di requisiti di partecipazione che di merito tecnico nell'ambito di procedure di affidamento di servizi di architettura e ingegneria del livello progettuale equivalente al Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica.
    Non essendo specificato nulla a riguardo nel disciplinare di concorso, non è prevista alcuna menzione d’onore.
    Non è possibile ottenere un rilievo delle alberature presenti.
    Come previsto all’art. 22 del disciplinare di concorso, fatta eccezione per il premio al vincitore, non sono previsti altri rimborsi ai concorrenti che partecipano al Concorso. Nessun rimborso in assoluto è dovuto per la partecipazione al concorso, nel caso in cui non si dovesse procedere all’aggiudicazione.
    L’Art. 53 delle NTA del PUCG comunale, prevede per la zona “Istruzione di base e dell’obbligo” un’altezza massima delle costruzioni un valore pari a H=12.50 m. Essendo un edificio pubblico vi è la possibilità di ricorrere al permesso di costruire in deroga (Art. 14 D.P.R. 380/2001 e ss.mm.ii.) ammettendo quindi valori di altezza superiori a quelli previsti.
    Dal computo delle pagine della relazione illustrativa è esclusa la pagina aggiuntiva di copertina.
    L’art. 17 del disciplinare di concorso prevede per la Tav. 04 almeno un render esterno e uno interno pertanto appare chiaro che sia possibile produrre ulteriori rappresentazioni grafiche.
    Il contenuto delle tavole è dettagliatamente specificato all’Art. 17 del disciplinare di concorso.
    Le dichiarazioni di incompatibilità da parte dei commissari di gara saranno sottoscritte a seguito della loro nomina e prima dello svolgimento delle operazioni di gara. Chiaramente tutti i commissari saranno edotti dei nominativi degli operatori economici partecipanti.
    Le cause di incompatibilità e di astensione sono quelle previste dall’Art. 77 commi 4,5 e 6 del D. Lgs. 50/2016, dall'articolo 35-bis del decreto legislativo n. 165 del 2001 e dall’Art. 42 del D. Lgs. 50/2016.
    Le fotografie dell’area di concorso saranno caricate sul portale telematico in formato .jpeg nella risoluzione massima disponibile.
    La viabilità esistente è quella riportata nella documentazione progettuale.
    Ai sensi dell’art. 2 del disciplinare di concorso, sono possibili ulteriori aggiustamenti delle aree individuate da espropriare nella misura massima del 20%.
    Ai sensi dell’art. 17 del disciplinare di concorso, la sintesi e immagini della proposta (Summary press and images), dovrà essere prodotta in formato A3 (testo + immagini) su file PDF e orientata in senso orizzontale pertanto, la stessa dovrà essere composta da n. 1 pagine.
    I vincoli gravanti sull’area in oggetto sono quelli riportati nella documentazione progettuale Tavola Generale – AR-001.
    Il rapporto con il palazzetto dello sport è completamente discrezionale e a libera scelta del concorrente.
    Il Comune non dispone di un file .dwg editabile dell’intero territorio comunale.
    Per le aree oggetto di esproprio è stato stimato un valore unitario di circa 10,00 €/m2.
    Conformemente a quanto riportato nelle Linee Guida ANAC N. 1 (Aggiornate con delibera del Consiglio dell’Autorità n. 417 del 15 maggio 2019), ai fini della qualificazione, nell’ambito della stessa categoria edilizia, le attività svolte per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare (non necessariamente di identica destinazione funzionale) sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità sia almeno pari a quello dei servizi da affidare.
    Ai sensi dell’art. 4 del disciplinare di concorso, l’inclusione di un giovane professionista è prevista solo nel caso di raggruppamento temporaneo.
    Come previsto dall’Art. 5 del disciplinare di concorso, il solo vincitore, dopo la conclusione della procedura concorsuale, ai fini delle attività legate al completamento dello Studio di fattibilità Tecnica ed economica e dell’eventuale affidamento dei livelli successivi di progettazione, nonché della direzione lavori, dovrà dimostrare il possesso dell’organico medio.
    Ai sensi dell’Art 9 del disciplinare di concorso è facoltà dei partecipanti effettuare un sopralluogo sull’area di intervento in fase di concorso ma non è obbligatorio. Se si intende edeguire un soprlaluogo sull’area, il candidato deve comunicare tramite la piattaforma, con almeno 3 (Tre) giorni di anticipo, la data in cui intende effettuare il sopralluogo ed il nominativo del partecipante. Alla richiesta di sopralluogo dovrà essere allegato il documento di identità sia del/dei delegante/i che del soggetto che effettuerà il sopralluogo.
     
    14/12/2020 13:20
  7. 08/12/2020 18:18 - Al punto 2 del disciplinare è prevista la possibilità di “ulteriori aggiustamenti delle aree individuate da espropriare nella misura massima del 20%”. E’ possibile dunque, al fine di rettificare l’area di concorso e migliorare la disposizione planimterica del progetto, utilizzare, nel limite dei 1340 mq ammessi (20% di 6700 mq), parte delle aree limitrofe appartenenti a porzionie dei mapp. 84-317-86, rimanendo a debita distanza dai fabbricati presenti?
    In caso affermativo è possibile edificare sulla parte del map. 84, compresa tra i mapp. 83-88-317? Sul PUCG mi pare sia indicata come zona B3 ma sulle NTA sembra che la zona B3 sia statà cancellata.
    Grazie 


    Ai sensi dell’art. 2 del disciplinare di concorso, sono possibili ulteriori aggiustamenti delle aree individuate da espropriare nella misura massima del 20%.
    14/12/2020 13:32
  8. 09/12/2020 18:04 - 1). Area di intervento: è possibile considerare l’area indicata dalla polilinea blu a tutti gli effetti come area edificabile per l’intervento in questione?
    2). Le 6 aule speciali e la sala musica sono ad uso della sola scuola secondaria o anche della primaria? Il loro diensionamento va calcolato sul totale di alunni delle 2 scuole (818) o solo su quello della secondaria (408)?
    3). I laboratori informatici sono in comune?
    4). Vanno previsti ingressi e atri separati per le due scuole?
    5). La mensa deve avere cucina o funzionerà con servizio cathering?
    6). Gli uffici si intendono accorpati in una unica direzione didattica o separati per le due scuole?


     


    L’area identificata all’interno della polilinea di colore blu è da considerarsi area edificabile per l’intervento in questione.
    Le n. 6 aule speciali e la sala musica sono ad uso di entrambe le scuole (primaria  secondaria di primo grado). Il loro dimensionamento va calcolato sul totale degli alunni pari a 818.
    I laboratori informatici sono destinati uno a servizio per la scuola primaria ed uno a servizio per la scuola secondaria di primo grado.
    La scelta relativa all’ingresso del nuovo plesso è a discrezione del concorrente.
    La mensa deve includere anche tutti gli spazi necessari per la preparazione dei pasti.
    La scelta relativa agli uffici del nuovo plesso è a discrezione del concorrente.
    14/12/2020 13:43
  9. 10/12/2020 10:34 - Si chiede se nel caso di partecipazione di singolo professionista che si avvale di collaboratori sia possibile, nella compilazione dell’Allegato 1 della busta amministrativa, indicare gli stessi quali soggetti del “gruppo di lavoro che ha elaborato la proposta progettuale” o se, in questo caso, è obbligaotorio partecipare in RTP comprensiva del professionista singolo e dei collaboratori.

     


    La compilazione dell’allegato 1 nella sezione “gruppi di lavoro” è riservata solamente ai concorrenti che non partecipano in qualità di singolo professionista e deve essere compilata secondo le indicazioni riportate nelle note a piè di pagina.
    14/12/2020 13:55
  10. 10/12/2020 11:35 - Si richiede di chiarire se ai fini della partecipazione al concorso non è richiesto un gruppo di lavoro minimo.

    I requisiti per la partecipazione al concorso di progettazione sono specificati in dettaglio all’Art. 5 del disciplinare di concorso.
    15/12/2020 08:09
  11. 11/12/2020 11:03 -
    1. In riferimento all’art. “2. OGGETTO DEL CONCORSO DI PROGETTAZIONE” si chiede perché risulti indicato il numero di 22 aule per la scuola primaria, e 17 per quella secondaria di primo grado? Si chiede se il numero di classi richiesta sia un refuso, affinchè le sezioni per la scuola primaria siano di 5 classi e della secondaria di primo grado siano di 3 classi, come prescritto dalla norma. Si chiede, coerentemente, il numero totale delle aule e quante siano destinate a primaria e quante a secondaria. 
    2. In riferimento all’art. “2. OGGETTO DEL CONCORSO DI PROGETTAZIONE” si chiede se la biblioteca possa essere accorpata in uno spazio polifunzionale “agorà”, sulla scorta del D.M. 11/04/2013 Linee Guida del MIUR per progettare l’edilizia scolastica (art. III.4.2 - Agorà).
    3. In riferimento all’art. “2. OGGETTO DEL CONCORSO DI PROGETTAZIONE” si chiede se la palestra può essere prevista come seminterrata.
    4. Si chiede se, secondo quanto previsto dal Decreto relativo ai CAM, nel computo delle aree verdi permeabili si possa includere la copertura a verde dell’edificio.
    5. Sarebbe possibile avere il rilievo planialtimetrico dei lotti oggetto di ipotesi d'esproprio?
    6. Sarebbe possibile avere una planimetria catastale del territorio comunale di Paliano?


    Il numero delle aule indicate all’Art. 2 del disciplinare di concorso, ovvero:
    • n. 22 aule destinate a classi per una capienza massima di numero 25 alunni per la scuola primaria;
    • n. 17 aule destinate a classi per una capienza massima di numero 25 alunni per la scuola secondaria di primo grado;
    risulta corretto.
    L’accorpamento della biblioteca ad uno spazio polifunzionale “agorà” è a discrezione del concorrente.
    La previsione della palestra al livello seminterrato è a discrezione del concorrente.
    L’inclusione della copertura a verde dell’edificio nel computo delle aree verdi permeabili ai fini dei CAM è a discrezione del concorrente e rimane a suo carico la verifica della relativa correttezza.
    Il rilievo a disposizione è quello inserito nella documentazione di gara Tav. AR-002 – rilievo.
    Questo ufficio non dispone di una planimetria catastale del Comune di Paliano.
     
    15/12/2020 08:30
  12. 11/12/2020 13:44 - Buongiorno, si richiedono i seguenti chhiarimenti in merito al programma funzionale dell’edificio:
    1. quante sono le sezioni delle scuole media e elementare? Il numero di aule previste non è multiplo infatti delle aule che completano una sezione (3 nel caso delle medie, 5 nel caso delle elementari).
    Si chiede pertanto le il numero sia da intendersi così: 20 + 2 per le elementari e 15 + 2 per le medie
    2. a chi sono destinati i laboratori previsti? alle scuole medie o elementari o ad entrambe?
    3. Quanto deve essere capente l’aula polifunzionale? Deve essere valutata con l’indice delle attività cosiddette parascolastiche moltiplicato per il numero degli studenti della scuola media?
    Grazie per l’attenzione


    Il numero delle aule è stato stimato calcolando n. 4 sezioni per la primaria (per un totale di 20 aule) e n. 5 sezioni per la secondaria di primo grado (per un totale di 15 aule) maggiorate entrambe di n. 2 aule in previsione di un potenziale aumento degli alunni.
    I laboratori previsti sono da destinare per metà alla scuola primaria (n. 3 laboratori) e per metà alla scuola secondaria (n. 3 laboratori).
    L’aula polifunzionale, deducendo che si faccia riferimento all’ambiente di dimensioni consistenti per attività comuni sufficiente per svolgere attività come piccole rappresentazioni e riunioni che prevedano anche la presenza dei genitori, deve essere progettata in coerenza con il numero degli alunni di progetto in accordo con il D.M. 18/12/1975.
     
    15/12/2020 08:39
  13. 11/12/2020 13:51 - Salve.
    Vorrei avere precisazioni riguardo il rapporto tra numero di alunni ed aule previsto:
    sembra infatti che il numero di aule sia sovradimensionato rispetto all’utenza prevista e soprattutto non proporzionale al numero di aule previsto per sezione.
    Vorrei inoltre avere chiarimenti in merito al dimensionamnto del plesso scolastico.
    Attenendosi al DM 1975, moltiplicando il coefficiente di sup/alunno per il numero totale di alunni si ottiene un valore nettamente superiore rispetto a quello fornito dal DIP.
    Pertanto si deduce che non tutti coefficienti, facenti riferimento alle singole funzioni (ad es. attività speciali e complementari), vadano applicati al numero totale di alunni.
    Si chiede pertanto quali siano le funzioni destinate alle medie e quali alle elementari.
    Grazie per l’attenzione
    Cordiali saluti


    Il numero delle aule è stato stimato calcolando n. 4 sezioni per la primaria (per un totale di 20 aule) e n. 5 sezioni per la secondaria di primo grado (per un totale di 15 aule) maggiorate entrambe di n. 2 aule in previsione di un potenziale aumento degli alunni.
    Il dimensionamento del plesso scolastico è stato definito al livello di Documento Preliminare alla Progettazione pertanto è da intendersi come un calcolo preliminare finalizzato all’acquisizione di un Progetto di fattibilità tecnico economica, con il livello di approfondimento definito dall’art. 23 V, V bis e VI co. dello stesso Codice e nel rispetto delle linee di indirizzo identificate nel Disciplinare di concorso e nello stesso DPP. Si ribadisce pertanto che al fine della determinazione degli spazi, gli stesis devono rispettare i parametri contenuti nel D.M. 18/12/1975.
     
    15/12/2020 08:50
  14. 11/12/2020 17:12 - Premesso:
    che nel documento preliminare alla progettazione al fine di determinare la superficie degli spazi con riferimento il D.M.18.12.1975 sono riportati i seguenti parametri riferiti a mq/alunno:
    attività normali 1,80
    attività speciali 0,80
    attività musicali 0,10
    attività collettive e parascolastiche 0,60
    biblioteca 0,50
    atrio 0,20
    uffici 0,37
    connettivo e servizi igienici 1,81
    spazi per l’educazione fisica 200 mq + spogliatoi ( 310 mq ipotizzabili)

    che la somma dei parametri è 6,18 che moltiplicata per il n. di alunni (818) è uguale a 5.055 mq
    Quindi 5.055 mq + 310 mq (palestra) = mq. 5.365 di superficie netta ( tabella 7 DM 18.12.1975)

    Che per ulteriore verifica è possibile utilizzare la tabella 3/B del DM 18.12.1975 ( superfici lorde per sezione, per classi, per alunni)
    Scuola elementare : 22 classi x 169 mq. = mq. 3.718
    Scuola media: 17 classi x 207 mq. =  mq. 3.519
    Totale superficie lorda =  mq. 7.237

    Si chiede:
    la verifica della superficie ipotizzata al punto 6 del documento preliminare, mq.3.500, in quanto non corrispondente ai parametri di legge che sono da ritenere dei minimi e che dovrebbero essere aggiornati in relazione alle ultime disposizione del MIUR sull’edilizia scolastica.
    Tale verifica deve essere estesa anche all’importo dei lavori ipotizzato in quanto per il calcolo si è utilizzato il dato dei 3.500 mq.

    Si richiede inoltre la verifica degli importi relativi ai costi di costruzione con riferimento anche alle linee guida Inail per “la valutazione tecnica dei costi di investimento in edifici scolastici di nuova costruzione”, parametri utilizzati per la costruzione delle scuole innovative.
    Appare anche contraddittorio il dato dei costi al mc. riportati nel documento:  è logico pensare che, considerando le altezze, la  palestra non possa avere un costo al mc maggiore di un edificio scolastico. Gli importi dovrebbero essere perlomeno rovesciati.
     


    Il dimensionamento del plesso scolastico è stato definito al livello di Documento Preliminare alla Progettazione pertanto è da intendersi come un calcolo preliminare finalizzato all’acquisizione di un Progetto di fattibilità tecnico economica, con il livello di approfondimento definito dall’art. 23 V, V bis e VI co. dello stesso Codice e nel rispetto delle linee di indirizzo identificate nel Disciplinare di concorso e nello stesso DPP.
    15/12/2020 08:55
  15. 11/12/2020 17:52 -
    1. E’ possibile avere una pianta dello stadio? E dati sulla sua capienza di spettatori?
    2. Parametri da rispettare circa altezza, distanze dai confini e dalle strade ed altri parametri edilizio-urbanistici.
    3. La scuola deve prevedere una sua dotazione autonoma di parcheggi? Se si, con quale indice?
    4. E’ possibile avere un rilievo più esteso che comprenda anche l’area da espropriare (p.lla 83) ?
    5. Aree per parcheggi e per l’arena scoperta possono essere conteggiati tra le aree verdi?
    6. La palestra di tipo A1 è conforme al DM 1975 per quanto concerne la scuola elementare; lo stesso dispositivo per la scuola media oltre le 6 classi prevede una palestra di tipo A2, con una superficie decisamente superiore. Si chiede di confermare o rettificare.
    7. Vista la emergenza covid e la coincidenza con le festività natalizie, è possibile una proroga dei termini di scadenza (15 gennaio 2021)?
    8. E’ possibile avere una pianta del palazzetto dello sport?


    Gli elaborati grafici disponibili per lo sviluppo della proposta progettuale sono quelli allegati alla documentazione di gara. Lo stadio ha una capienza di circa 500 persone. La scuola deve prevedere una sua dotazione autonoma di parcheggi. L’indice da utilizzare pe il dimensionamento dei parcheggi è quello previsto dall’art. 53 delle NTA del PUCG per la zona “F1 - Istruzione di base e dell’obbligo” le cui prescrizioni vengono di seguito riportate: Per quanto riguarda i parcheggi vanno previsti per ciascuna zona secondo la destinazione d’uso degli edifici nella misura prevista dall’art. 5 - 2° comma del D.M. 2.4.68 n.1444 per le destinazioni a servizi pubblici o di uso pubblico, e comunque:
    • non meno di 1 mq. ogni 10 mq. di superficie coperta; per l’edilizia scolastica e per le chiese;
    • non meno di 1 mq. ogni 5 mq. di superficie coperta per le altre attrezzature.
    Il rilievo a disposizione è quello inserito nella documentazione di gara Tav. AR-002 – Rilievo.
    L’inclusione delle aree per parcheggi e per l’arena scoperta nel computo delle aree verdi è a discrezione del concorrente e rimane a suo carico la verifica della relativa correttezza.
    Come richiesto dall’art. 2 del disciplinare di concorso, è prevista solamente una palestra di tipo A1 della superficie di 200 m2, oltre servizi e spogliatoi divisi per sesso in quanto è presente un palazzetto dello sport in adiacenza da utilizzare a servizio del nuovo plesso. Non si dispone di una pianta del palazzetto dello sport (le dimensioni esterne sono indicate nella Tav. AR-002 – Rilievo).
    Considerata la tempistica relativa al finanziamento ottenuto, non è possibile una proroga dei tempi per la presentazione delle offerte.
     
    15/12/2020 09:17
  16. 14/12/2020 13:00 - Si richiede di sapere se il Certificato di Regolare Esecuzione del servizio verrà rilasciato solo ai primi 5 classificati o, su richiesta, anche agli altri partecipanti al concorso che abbiano consegnato tutti gli elaborati richiesti secondo il regolamento della procedura in oggetto.
    Grazie


    Come previsto dall’Art. 22 del disciplinare di concorso, solamente ai primi cinque classificati verrà rilasciato, su richiesta, un Certificato di Buona Esecuzione del Servizio, utilizzabile a livello curriculare, sia in termini di requisiti di partecipazione che di merito tecnico nell'ambito di procedure di affidamento di servizi di architettura e ingegneria. Agli altri partecipanti non verrà rilasciato il Certificato di Buona Esecuzione del Servizio.
     
    15/12/2020 09:20
  17. 15/12/2020 20:30 - 1. Un chiarimento circa le aree interessate (v. art. 2 del Dpp)
                                                    superficie di proprietà comunale   mq.        9.000
                                                    superficie da espropriare               mq         6.700
                                                    sommano                                      mq.        15.700
    ulteriore superficie che è possibile espropriare 20% di 15.700 pari a mq. 3.140
    Ne consegue una superficie massima del lotto pari a mq. 18.840.
    Si chiede una conferma circa la correttezza di tale conteggio.  
    1. Per gli uffici amministrativi il bando prevede n. 1 ufficio di segreteria, bidelleria, archivio e sala insegnanti; quindi né presidenza né altri uffici.
    Si chiede conferma visto che la superficie richiesta è di mq. 0,37 x 818 = mq. 361 (v. art. 4 del Dpp)
    1. Circa la superficie dei parcheggi si stabilisce una dotazione pari a ‘non meno di 1 mq. ogni 10 mq. di superficie coperta’: il riferimento è l’impronta delle costruzione o la superficie di tutti i livelli?
    2. Il campo di calciotto da prevedere è di sola pertinenza della scuola o anche aperto in orari extrascolastici?


    Come previsto all’art. 2 del DPP e dall’Art. 2 del disciplinare di concorso, ai fini del raggiungimento dello standard minimo dell’area scolastica stabilito dalle Norme vigenti per l’edilizia scolastica, “sono possibili ulteriori aggiustamenti delle aree individuate da espropriare nella misura massima del 20%”. Appare chiaro che la percentuale faccia riferimento alle sole aree da espropriare e quindi l’aggiustamento massimo è pari al 20% della superficie S=6.700 m2 ovvero pari al valore di 1.340 m2.
    L’organizzazione degli spazi riportata nel documento preliminare alla progettazione elenca gli spazi fondamentali che devono essere contenuti nella proposta progettuale e allo stesso tempo lascia ampia scelta al concorrente di prevedere ulteriori spazi.
    Per i parcheggi la superficie coperta da considerare è quella dell’impronta.
    L’utilizzo del campo da calciotto in orari extrascolastici sarà una scelta futura dell’amministrazione.
    18/12/2020 11:29
  18. 17/12/2020 14:18 - Buongiorno
    A fronte delle domande fatte e delle risposte fornite vorrei avere una precisazione riguardo la questione costo di costruzione/dimensionamento del plesso scolastico.
    Infatti, nonostante il DIP possa fornire un programma funzionale indicativo, che sarà compito del progettista valutare al meglio, si evidenzia la netta discrepanza tra la somma
    a disposizione per la costruzione del polo scolastico e la metratura risultante dall’applicazione degli indici del DM (indici che rispondo alle superfici minime) al numero di alunni.
    Applicando gli indici infatti verrebbe fuori un costo di costruzione che nel migliore dei casi si aggirerebbe intorno ai 500 euro/mq.
    Pertanto sarebbe opportuno e gradito avere una riformulazione del programma funzionale dove vengono descritte le superfici (anche orientative) delle singole funzioni e la sommatoria di queste.
    Grazie per l’attenzione


    Con riferimento alle sue osservazioni sui costi di costruzione, questo ufficio conferma tutto quello riportato nel Documento Preliminare alla Progettazione.
    22/12/2020 09:29
  19. 21/12/2020 12:04 - Buongiorno, in considerazione delle oggettive difficili condizioni operative venutesi a creare con l’emanazione delle nuove disposizioni anticovid da parte del Governo, siamo a richiedere, per la presente procedura, una proroga di 15 giorni. Cordiali saluti

    Come già comunicato in una precedente FAQ, considerata la tempistica relativa al finanziamento ottenuto, non è possibile una proroga dei tempi per la presentazione delle offerte.
     
    22/12/2020 09:30
  20. 21/12/2020 13:53 - Si richiede di chiarire se il DGUE deve essere compilato elettronicamente o se è possibile renderlo compilando il documento “allegato 2.doc” messo a disposizione nella documentazione a base di gara.
    Nel caso in cui vada compilato elettronicamente, si chiede di precisare come devono essere rese le ulteriori dichiarazioni relative ai soggetti indicati all’art.80 c.3 del DLGS 50/2016 così come richieste pagg. 13 e 14 del disciplinare di gara.

    Inoltre nel caso di una società con 4 soci, di cui uno di questi è non è socio di maggioranza né legale rappresentante né direttore tecnico si richiede di precisare se le dichiarazioni di cui sopra vadano rese anche per tale soggetto.


    Il DGUE deve può essere compilato sia elettronicamente, sia compilando il formato in word trasformandolo poi in formato “.pdf”. Le modalità di presentazione e compilazione nonché i soggetti tenuti alla compilazione del DGUE sono riportate in dettaglio all’Art. 16 del disciplinare di concorso.
    22/12/2020 09:42
  21. 21/12/2020 13:53 - Si richiede di chiarire se vi è un peso massimo, in termini di Megabyte, per la busta amministrativa e per la busta tecnica.
    In caso di risposta affermativa si richiede di specificare il peso massimo di ciascun elaborato richiesto.
     


    Come riportato all’Art. 1 del disciplinare di concorso, si prega di prendere visione delle istruzioni per partecipare alla gara telematica fornite nella “Guida per la presentazione di un’offerta telematica”, scaricabile sul sito TuttoGare ASMEL https://piattaforma.asmel.eu/. Eventuali richieste di assistenza di tipo tecnico/informatico riguardanti l’inserimento a sistema delle proprie offerte dovranno essere effettuate contattando il Call Center del gestore del Sistema Telematico al numero 02-40031280 o all’indirizzo di posta elettronica assistenza@tuttogare.it.
     
    22/12/2020 09:45
  22. 23/12/2020 10:13 - Con riferimento a quanto contenuto a pag. 4 del disciplinare di gara “Ai sensi dell’art. 48, comma 9 del Codice, è vietata qualsiasi modificazione alla composizione dei raggruppamenti temporanei rispetto a quella risultante dall'impegno presentato in sede di offerta, fatto salvo quanto disposto ai commi 17 e 18 dello stesso art. 48.” e a quanto contenuto a pag 7 dello stesso disciplinare “ Il vincitore del concorso (professionista o gruppo di professionisti), al fine di dimostrare i requisiti richiesti per le attività legate al completamento dello Studio di fattibilità Tecnica ed economica e per l’eventuale affidamento dei servizi di progettazione definitiva ed esecutiva, nonché la direzione lavori, oltre alla possibilità di ricorrere all’avvalimento ai sensi dell’articolo 89 del Codice, potrà costituire, ai sensi dell’articolo 152, comma 5 del codice, un raggruppamento temporaneo tra i soggetti di cui al comma 1 dell’articolo 46 dello stesso codice o modificare il raggruppamento già proposto per la partecipazione al Concorso con altri soggetti, purché in entrambi i casi tali soggetti non abbiano già partecipato al Concorso” e ribadito a pag 20 “Qualora il concorrente singolo o i componenti del raggruppamento che ha/hanno partecipato al Concorso, risultato/i vincitore/i dello stesso, al fine di acquisire i requisiti di capacità economica e finanziaria, capacità tecniche e professionali richiesti per il completamento del Progetto di fattibilità tecnica ed economica e delle eventuali successive attività professionali specificate all’Art. 23, proceda/no alla costituzione di un raggruppamento temporaneo di professionisti o modifichi/no il raggruppamento già proposto in sede di Concorso, il concorrente singolo o i componenti del raggruppamento che ha/hanno partecipato al Concorso mantiene/mantengono, all’interno del nuovo raggruppamento proposto, il ruolo di progettista/i partecipante/i e può/possono non essere capogruppo mandatario del nuovo raggruppamento, pur mantenendo la paternità del progetto (diritto d’autore). Resta inteso che nei confronti dei nuovi professionisti individuati la Stazione appaltante procederà alle verifiche circa i requisiti di ordine generale e di idoneità professionale.” si chiede di confermare che il vincitore del concorso può modificare il raggruppamento già proposto per la partecipazione al Concorso e, pertanto, quanto scritto a pag 4 è un refuso.

    Si conferma quanto riportato all’ultimo capoverso dell’Art. 5 del disciplinare di concorso, “Il vincitore del concorso (professionista o gruppo di professionisti), al fine di dimostrare i requisiti richiesti per le attività legate al completamento dello Studio di fattibilità Tecnica ed economica e per l’eventuale affidamento dei servizi di progettazione definitiva ed esecutiva, nonché la direzione lavori, oltre alla possibilità di ricorrere all’avvalimento ai sensi dell’articolo 89 del Codice, potrà costituire, ai sensi dell’articolo 152, comma 5 del codice, un raggruppamento temporaneo tra i soggetti di cui al comma 1 dell’articolo 46 dello stesso codice o modificare il raggruppamento già proposto per la partecipazione al Concorso con altri soggetti, purché in entrambi i casi tali soggetti non abbiano già partecipato al Concorso” rispettando le condizioni riportate all’Art. 22 del medesimo disciplinare “Qualora il concorrente singolo o i componenti del raggruppamento che ha/hanno partecipato al Concorso, risultato/i vincitore/i dello stesso, al fine di acquisire i requisiti di capacità economica e finanziaria, capacità tecniche e professionali richiesti per il completamento del Progetto di fattibilità tecnica ed economica e delle eventuali successive attività professionali specificate all’Art. 23, proceda/no alla costituzione di un raggruppamento temporaneo di professionisti o modifichi/no il raggruppamento già proposto in sede di Concorso, il concorrente singolo o i componenti del raggruppamento che ha/hanno partecipato al Concorso mantiene/mantengono, all’interno del nuovo raggruppamento proposto, il ruolo di progettista/i partecipante/i e può/possono non essere capogruppo mandatario del nuovo raggruppamento, pur mantenendo la paternità del progetto (diritto d’autore). Resta inteso che nei confronti dei nuovi professionisti individuati la Stazione appaltante procederà alle verifiche circa i requisiti di ordine generale e di idoneità professionale”.
     
    28/12/2020 10:15
  23. 29/12/2020 15:25 - Salve,
    relativamente al concorso di cui all’oggetto si pongono i seguenti quesiti:
    1. E’ possibile realizzare strutture in calcestruzzo armato precompresso (per consentire l’utilizzo di luci maggiori alo standard previsto per le strutture classiche in calcestruzzo armato gettato in opera)?
    2. Relatvamente al dimensionamento della mensa, il coefficiente riportato nel bando per le stesse, andrà moltiplicato per il numero intero degli alunni previsti (818) oppure per il numero di alunni da voi indicato (450)?

    Certo di Vs cortese riscontro porgo distinti saluti!
    ing. Vincenzo Di Lauro
    e-mail: info@tpisrl.it
    tel: +39/0818525525
     


    La tipologia strutturale come i materiali costruttivi sono a discrezione del concorrente. Relativamente al dimensionamento della mensa, avendo la stessa una capienza di progetto pari a n. 450 persone, deve essere dimensionata considerando N. 450 alunni e non 818.
     
    07/01/2021 12:54
  24. 04/01/2021 12:48 - Si richiede se i documenti contenuti nella busta tecnica per essere considerati anonimi non debbano riportare come intestazione o piè di pagina l’oggetto del bando di concorso, ovvero “Concorso di progettazione per la realizzazione del nuovo plesso scolastico in loc. Sette Fontane”
     


    Come dettagliatamente specificato all’art. 17 del disciplinare di concorso, ad ulteriore garanzia dell’anonimato, in tutti gli elaborati (compresi i relativi file) dell’offerta tecnica Busta B, pena l’esclusione dal Concorso, dovranno essere omessi: nomi, proprietà, provenienza o indicazioni tali da svelare o suggerire l’identità del concorrente come ad esempio date di nascita, date di laurea e similari; inoltre l’impaginazione dei documenti deve essere priva di loghi, simboli, intestazioni e piè di pagina e si devono utilizzare esclusivamente caratteri di colore nero. Si precisa ulteriormente che a garanzia dell’anonimato dovranno essere eliminate anche dai file tutte quelle proprietà che possano contenere indicazioni tali da svelare o suggerire l’identità del concorrente quali ad esempio percorso di archiviazione del file, nome del pc o dell’utente, intestatario delle licenze e segni di qualsiasi genere.
    Sulla base di quanto sopra, essendo escluse intestazioni e piè di pagina, non deve essere riportato l’oggetto del bando.
    07/01/2021 13:00
  25. 04/01/2021 12:48 - Ai fini del dimensionamento della mensa per 450 persone, il parametro pari a 0,50 mq/alunno, va applicato ai 450 alunni insediabili nella mensa o agli 818 alunni totali insediabili nella scuola?
     


    Relativamente al dimensionamento della mensa, avendo la stessa una capienza di progetto pari a n. 450 persone, deve essere dimensionata considerando N. 450 alunni e non 818.
    07/01/2021 13:01
  26. 04/01/2021 12:49 - Visto il quesito 6 del 08/12/2020 14:18 punto 6, si richiede se dal computo delle pagine della relazione illustrativa oltre alla pagina aggiuntiva di copertina può essere esclusa anche la pagina relativa all’indice della relazione.
     


    Dal computo delle pagine della relazione illustrativa è escluso anche l’indice.
    07/01/2021 13:04
  27. 05/01/2021 12:37 - Salve,
    relativamente al concorso di cui all’oggetto si pongono i seguenti quesiti:
    1. E’ possibile realizzare strutture in calcestruzzo armato precompresso (per consentire l’utilizzo di luci maggiori alo standard previsto per le strutture classiche in calcestruzzo armato gettato in opera)?
    2. Relatvamente al dimensionamento della mensa, il coefficiente riportato nel bando per le stesse, andrà moltiplicato per il numero intero degli alunni previsti (818) oppure per il numero di alunni da voi indicato (450)?

    Certo di Vs cortese riscontro porgo distinti saluti!
    ing. Vincenzo Di Lauro
    e-mail: info@tpisrl.it
    tel: +39/0818525525


    La tipologia strutturale come i materiali costruttivi sono a discrezione del concorrente. Relativamente al dimensionamento della mensa, avendo la stessa una capienza di progetto pari a n. 450 persone, deve essere dimensionata considerando N. 450 alunni e non 818.
    07/01/2021 13:05
  28. 05/01/2021 19:02 - Con riferimento a pag. 20 del Disciplinare, che recita “Il vincitore del Concorso, entro 20 giorni dalla proclamazione, dovrà completare lo sviluppo degli elaborati concorsuali, raggiungendo il livello del Progetto di fattibilità tecnica ed economica, che dovrà approfondire le seguenti tematiche:[…] verifiche preventive di interesse archeologico […]”, si richiede di chiarire che tipo di verifiche preventive sono richieste e se ci sono prescrizioni della Sovrintendenza Archeologica.
     


    Come riportato nell’elaborato grafico AR-001 “Tavola generale”, l’area in oggetto dal punto di vista paesaggistico non risulta ricadente in area di interesse archeologico. Restano comunque valide la prescrizioni imposte dall’art. 25 del D. Lgs. 50/2016.
    07/01/2021 13:10
  29. 08/01/2021 17:00 - Buongiorno. Si chiede se la relazione possa essere corredata da grafici e immagini oppure se debba contenere solo testi ed eventuali tabelle. Grazie

    Il contenuto della relazione tecnica è illustrato in dettaglio al paragrafo 17 del disciplinare di concorso, specificando che la stessa deve essere predisposta in massimo n. 20 cartelle in formato A4, in numero massimo di 40 righe per facciata, carattere Arial 11. Non è escluso l’inserimento di grafici e immagini ma sempre rispettando il numero massimo di cartelle.
    12/01/2021 08:32
  30. 08/01/2021 17:50 - Buonasera, in riferimento alla documentazione dell’offerta tecnica per quanto concerne la Relazione Illustrativa nelle 20 cartelle A4 si possono inserire schemi grafici, schizzi e render del progetto? Inoltre per quanto riguarda la documentazione “Sintesi e immagini della proposta (summary press and images) si intende un unico foglio A3 o è possibile farne più di uno? Grazie 

    Il contenuto della relazione tecnica è illustrato in dettaglio al paragrafo 17 del disciplinare di concorso, specificando che la stessa deve essere predisposta in massimo n. 20 cartelle in formato A4, in numero massimo di 40 righe per facciata, carattere Arial 11. Non è escluso l’inserimento di grafici e immagini ma sempre rispettando il numero massimo di cartelle.
    Ai sensi dell’art. 17 del disciplinare di concorso, la sintesi e immagini della proposta (Summary press and images), dovrà essere prodotta in formato A3 (testo + immagini) su file PDF e orientata in senso orizzontale pertanto, la stessa dovrà essere composta da n. 1 pagine.
     
    12/01/2021 08:34
  31. 09/01/2021 11:34 - Alla pagina 16 del disciplinare di gara si fa riferimento ad una sintesi della proposta progettuale da rappresentare su tavole in formato A3: si prega di specificare il numero max di queste tavole (una o più). Grazie

    Ai sensi dell’art. 17 del disciplinare di concorso, la sintesi e immagini della proposta (Summary press and images), dovrà essere prodotta in formato A3 (testo + immagini) su file PDF e orientata in senso orizzontale pertanto, la stessa dovrà essere composta da n. 1 pagine.
     
    12/01/2021 08:35
  32. 10/01/2021 00:10 - Salve. Vorrei avere un chiarimento: la PASSOE va firmata diitalmente? Grazie per l’attenzione

    Ai sensi dell’art. 16 del disciplinare di concorso, il PassOE deve essere sottoscritto secondo le indicazioni fornite da ANAC.
    12/01/2021 08:39
  33. 10/01/2021 14:28 - Con riferimento alla relazione illustrativa è possibile utilizzare n. 10 cartelle in A3 invece di n. 20 in formato A4? Grazie

    Il contenuto della relazione tecnica è illustrato in dettaglio al paragrafo 17 del disciplinare di concorso, specificando che la stessa deve essere predisposta in massimo n. 20 cartelle in formato A4, in numero massimo di 40 righe per facciata, carattere Arial 11. Non è ammessa la redazione della relazione in formato A3 anche riducendo il numero delle pagine.
    12/01/2021 08:40
  34. 11/01/2021 11:58 - Bisogna computare l’arredo nell’importo di € 4.500.000,00 ?
     


    Per l’acquisto degli arredi è prevista la somma complessiva di € 100.000,00 alla riga D5 del quadro economico dell’opera pertanto gli stessi, non devono essere computati nell’importo stimato dei lavori pari a € 4.500.000,00.
    12/01/2021 08:44

Pannello di partecipazione

Registrati o Accedi per partecipare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk
Per supporto alle Stazioni Appaltanti:
piattaforma@asmel.eu
800165654 int.2

Per supporto agli Operatori Economici:
(+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 17:30

Piattaforma Gare Associazione ASMEL by STUDIO AMICA SRL

Via Carlo Cattaneo, 9 Gallarate (VA)
Email: piattaforma@asmel.eu