Gara - ID 942

Stato: Inviato esito di gara


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante Amiu Spa - Taranto
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoForniture
PROCEDURA APERTA PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO AVENTE AD OGGETTO LA FORNITURA DI ATTREZZATURE E MATERIALI DI CONSUMO PER L'AVVIO DEL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL COMUNE DI TARANTO.
CIG8015193A7F
CUPD59E19001340004
Totale appalto€ 4.410.323,00
Data pubblicazione 30/08/2019 Termine richieste chiarimenti Martedi - 01 Ottobre 2019 - 10:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 07 Ottobre 2019 - 13:00 Apertura delle offerteMartedi - 08 Ottobre 2019 - 10:00
Categorie merceologiche
  • 44613 - Grandi contenitori
DescrizioneACCORDO QUADRO CON UN UNICO OPERATORE ECONOMICO PER LA FORNITURA DI ATTREZZATURE E MATERIALI DI CONSUMO PER L'AVVIO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA PORTA A PORTA NEL COMUNE DI TARANTO. 
Struttura proponente UFFICIO GARE- AMIU SPA
Responsabile del servizio DOTT. ROCCO LUCIO SCALERA Responsabile del procedimento SCALERA ROCCO LUCIO
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf 1.-bando - 322.88 kB
30/08/2019
File pdf 2.-disciplinare - 1.18 MB
30/08/2019
File pdf 3.-capitolato - 937.70 kB
30/08/2019
File pdf 4a.-schema-contratto-accordo-quadro - 580.39 kB
30/08/2019
File pdf 4b.-quadro-economico - 492.23 kB
30/08/2019
File pdf 5.-dgue - 139.13 kB
30/08/2019
File pdf 6a.-modello-1-domanda-di-partecipazione - 383.06 kB
30/08/2019
File pdf 6b.-modello-2-dichiarazioni - 250.43 kB
30/08/2019
File pdf 6c.-modello-3-dichiarazioni-integrative - 203.00 kB
30/08/2019
File pdf 6d.-modello-4-offerta-economica - 71.55 kB
30/08/2019
File pdf 7.-informativa-privacy - 347.76 kB
30/08/2019
File pdf avviso-di-rettifica-prot.-10338 - 72.01 kB
17/09/2019
File pdf 1.-prot.-10338-capitolato-speciale-di-appalto - 950.06 kB
17/09/2019
File pdf 2.-prot.-10338-quadro-economico - 491.49 kB
17/09/2019
File pdf 3.-prot.-10338-aree-del-territorio-di-taranto - 388.10 kB
17/09/2019
File pdf prot.-10519-avviso-di-rettifica - 83.67 kB
20/09/2019
File pdf disciplinare-di-gara - 0.99 MB
20/09/2019
File pdf capitolato-speciale-di-appalto - 917.96 kB
20/09/2019
File pdf quadro-economico - 492.13 kB
20/09/2019
File pdf schema-contratto-accordo-quadro - 580.78 kB
20/09/2019
File pdf 5-modello-offerta-economica - 71.20 kB
20/09/2019
File pdf aree-del-territorio-di-taranto - 388.02 kB
20/09/2019
File pdf prot.-11027-chiarimenti - 102.59 kB
02/10/2019
File pdf verbale-del-11.10.2019 - 1.19 MB
16/10/2019
File pdf verbale-del-14.10.2019 - 1.28 MB
16/10/2019
File pdf verbale-del-09.10.2019 - 1.25 MB
16/10/2019
File pdf allegato-al-verbale-del-14.10.19 - 664.03 kB
16/10/2019
File pdf Verbale aggiudicazione - 49.56 kB
16/10/2019
File pdf verbale-di-ammissione-del-08.10.2019 - 1.48 MB
16/10/2019
File pdf Graduatoria provvisoria - 46.39 kB
22/10/2019
File pdf Avviso di appalto aggiudicato - 46.54 kB
12/11/2019
File pdf prot.-12785-proposta-di-aggiudicazione - 1.54 MB
13/11/2019
File pdf prot.-12786-determina-di-aggiudicazione - 4.02 MB
13/11/2019
File pdf prot.-12961-avviso-di-appalto-aggiudicato - 1.24 MB
13/11/2019

Aggiudicazione definitiva - 12786 \07/11/2019

02448130167

EUROSINTEX S.R.L. -

Partecipanti

02448130167

EUROSINTEX S.R.L. -

RAGGRUPPAMENTO

07734810729

BUNDER COMPANY SOCIETA' PER AZIONI - 04-CAPOGRUPPO

03350060657

JCOPLASTIC SPA - 01-MANDANTE

RAGGRUPPAMENTO

04224870727

SMP SRL - 04-CAPOGRUPPO

01349340859

ECOPLAST SRL - 01-MANDANTE

Commissione valutatrice

Atto di costituzione 11219 - 07/10/2019
Nome Ruolo CV
SCALERA ROCCO LUCIO PRESIDENTE
DELL'ANNA EMANUELE COMMISSARIO
DURANTE EGIDIO COMMISSARIO

Avvisi di gara

12/11/2019Avviso di appalto aggiudicato - Procedura Aperta: PROCEDURA APERTA PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO AVENTE AD OGGETTO LA FORNITURA DI ATTREZZATURE E MATERIALI DI CONSUMO PER L'AVVIO DEL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL COMUNE DI TA
Si comunica che è stato pubblicato l'avviso di appalto aggiudicato per la gara in oggetto...
12/11/2019Avviso di appalto aggiudicato - Procedura Aperta: PROCEDURA APERTA PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO AVENTE AD OGGETTO LA FORNITURA DI ATTREZZATURE E MATERIALI DI CONSUMO PER L'AVVIO DEL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL COMUNE DI TA
Si comunica che è stato pubblicato l'avviso di appalto aggiudicato per la gara in oggetto...
12/11/2019Pubblicazione Esito - Procedura Aperta: PROCEDURA APERTA PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO AVENTE AD OGGETTO LA FORNITURA DI ATTREZZATURE E MATERIALI DI CONSUMO PER L'AVVIO DEL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL COMUNE DI TARANTO.
Si comunica che è stato pubblicato l'esito per la gara in oggetto...
24/09/2019Modifica date procedura Aperta: PROCEDURA APERTA PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO AVENTE AD OGGETTO LA FORNITURA DI ATTREZZATURE E MATERIALI DI CONSUMO PER L'AVVIO DEL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL COMUNE DI TARANTO.
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggettoA seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornateTermine richieste chiarimenti01/10/2019 10:00Scadenza presentazione offerte07/10/2019 13:00Apertura delle offerte08/10/2019 ...

Chiarimenti

  1. 16/09/2019 11:36 - Gentile Responsabile del Procedimento,
     
    La Società EUROSINTEX SRL, in relazione alla presente procedura, richiede le seguenti precisazioni:
     
    1. In riferimento all’art. 1 e 2 del CSA alla voce B – 5.2 “Sacchetti compostabili da litri 110”, chiediamo conferma della tipologia di sacchi di cui trattasi (se compostabili o in LDPE) in quanto nella relativa scheda tecnica vengono descritti non come sacchi biodegradabili ma come sacchi semitrasparenti da 110 litri in LDPE di colore giallo per la raccolta di plastica e metalli.

      Cordiali saluti.

      EUROSINTEX SRL
       


    Trattasi di sacchi biodegradabili e non di sacchi semitrasparenti in LDPE di colore giallo.
    16/09/2019 15:49
  2. 06/09/2019 10:40 - In riferimento alla procedura di gara in corso , riferendoci alle condizioni riportate nel documento “ SCHEMA DI ACCORDO QUADRO  “ ed in particolare alle LETTERE D’ORDINE previste per la fornitura dei beni richiesti vi richiediamo :
     
    1. 1) Si prevede un numero definito, all’interno del periodo previsto dall’accordo quadro ( 24 Mesi ) di lettere d’ordine che verranno emesse ?
      2) Per ogni lettera d’ordine si conosce una stima min. e max. prevista per gli articoli che verranno inseriti ? Tale informazione riveste importante rilievo nella gestione delle consegne che ricordiamo, come richiesto, vanno garantite in 30gg dalla ricezione della lettera d’ordine.
      3) Ogni lettera d’ordine prevede una ripartizione omogenea e proporzionale di tutte le categorie di prodotti richiesti nel bando di gara ?
      4) Si prevede un programma temporale di fornitura per tipologia di prodotto all’interno dell’accordo quadro ?


    1.Trattasi di accordo quadro e quindi, le richieste della Stazione Appaltante non sono definite se non nei limiti assoluti di fornitura.
    2. Vedi risposta precedente (punto 1).
    3. No, è facoltà della S.A. programmare le lettere d'ordine.
    4. No, non è previsto alcun programma temporale di fornitura.
    16/09/2019 15:52
  3. 04/09/2019 17:51 - Buonasera,
    non essendoci una scheda tecnica per i "sacchi diversi", potete chiarirne le caratteristiche?
    Distinti saluti
     


    Si rimanda al Capitolato pubblicato in data 17.09.2019 con avviso di rettifica.
    18/09/2019 09:45
  4. 05/09/2019 17:39 - Gentile Responsabile del Procedimento - Dr. Scalera,
     
    La Società EUROSINTEX SRL, in relazione alla procedura di gara in riferimento, richiede la seguente precisazione:
    -per quanto concerne la valutazione per la qualità del progetto esecutivo di dettaglio e di localizzazione di punti ingegnerizzati nel territorio di Taranto, siamo a richiedere di indicare i punti dove saranno ubicati gli EPC per rispondere compiutamente al requisito indicato nel disciplinare di gara.

    In attesa di Vostra cortese risposta.

    Cordiali saluti.

    EUROSINTEX SRL


    Negli allegati è stata pubblicata in data 17.09.2019, con avviso di rettifica, l'area interessata dal progetto EPC all'interno della quale l'Amministrazione indicherà gli spazi pubblici in cui installare gli EPC.
    Resta a cura dei concorrenti proporre le soluzioni tecniche, come da disciplinare.
    18/09/2019 09:49
  5. 09/09/2019 17:35 - Gentile Responsabile del Procedimento,
     
    La Società EUROSINTEX SRL, in relazione alla presente procedura, richiede le seguenti precisazioni:

    1) delle attrezzature ai punti 1.6 (Compacting unit 20 mc per raccolta stradale ECP), 1.7 (cassonetto 1100 ferro zincato) e 5.4 (sacchi diversi) mancano le relative schede tecniche di dettaglio con descrizione tecnica della fornitura. Chiediamo se trattasi di refuso.
    2) All’Art. 3 del CSA “Elaborati di gara” tra la documentazione di gara viene menzionata anche la “Relazione tecnica migliorativa ed allegati”: a che cosa vi riferite? Non risulta tra la documentazione di gara (trattasi di refuso)?
    3) Dalla somma dei totali parziali riferiti alle singole tipologie di attrezzature  (voce A+B) l’importo complessivo della fornitura a base d’asta risulterebbe di € 5.550.023,00; nei documenti di gara viene riportato, nel Capitolato Speciale d’appalto all’art. 2, nel Quadro Economico Generale di Spesa, nello schema di accordo quadro e nel bando l’importo di € 5.500.000,00 oltre IVA, nel Disciplinare di gara all’art. 4.2 e all’art. 17 € 5.550.000,00 oltre Iva.
    Vi chiediamo pertanto di verificare e confermare l’importo esatto da considerare come complessivo della fornitura con conseguente correzione di eventuali prezzi unitari.
    4) Chiediamo, se possibile, che vengano indicati i COLORI in generale ed in particolare quelli riferiti ai CONTENITORI STRADALI e ai CONTENITORI PER UTENZE DOMESTICHE E COMMERCIALI (cassonetti-bidoni carrellati- sottolavelli-mastelli); unico riferimento ai colori è indicato all’art. 25 del CSA (mono-colore e bi-colore) senza che vengano però indicati i colori specifici.
    5) Chiediamo conferma che il numero massimo di pagine pari a 30 previsto all’art. 16 del Disciplinare di gara sia previsto solo ed esclusivamente per il “progetto migliorativo” contenente gli aspetti migliorativi e che le “schede tecniche” descrittive delle caratteristiche delle attrezzature offerte secondo le caratteristiche minime previste dal CSA non rientrino nel minimo delle 30 pagine previste.
    6) All’ ART. 19 del CSA e nello SCHEMA di ACCORDO QUADRO (art. 8 punto 3) è prevista la nomina del Direttore di esecuzione contratto (DEC) – le cui spese sono a totale carico dell’appaltatore (senza definizione del relativo importo). Chiediamo conferma che trattasi di refuso.
     
    In attesa di risposta, cordiali saluti.
     
    EUROSINTEX SRL


    1. Si rimanda al Capitolato pubblicato in data 17.09.2019 con avviso di rettifica.
    2. La relazione tecnica sarà un allegato al contratto e la sua redazione deve essere conforme all'art. 16 del disciplinare di gara, cui si rimanda per maggiori dettagli.
    3. L'importo corretto è quello riportato nel Disciplinare, ovvero 5.550.000,00.
    4. Le colorazioni rispondono alla norma comunitaria in materia di gestione dei rifiuti. Saranno definiti con l'avvio delle forniture previste con l'accordo quadro.
    5. Si conferma quanto da Voi riportato.
    6. Le spese sono previste nel Quadro economico; a carico dell'appaltatore ci sarà solo l'obbligo di provvedere al pagamento, previa fatturazione della prestazione, da contenere nei limiti dell'affidamento diretto. 
    18/09/2019 09:56
  6. 17/09/2019 09:02 - Gentile Responsabile del Procedimento,
     
    La Società EUROSINTEX SRL, in relazione alla presente procedura, richiede la seguente precisazione:
     
    1. In riferimento alla Vostra risposta del 16/9/2019 (rif.: art. 1 e 2 del CSA alla voce B – 5.2) in merito alla conferma che trattasi di sacchi biodegradabili, siamo cortesemente a chiedere di trasmettere una descrizione dettagliata delle caratteristiche di tali sacchi specificando in particolare quale sia la grammatura minima del sacco.
    Cordiali saluti.


    EUROSINTEX SRL



     


    ​Si rimanda al Capitolato pubblicato in data 17.09.2019 con avviso di rettifica
    18/09/2019 09:56
  7. 18/09/2019 11:25 - La scrivente Eurosintex srl, azienda leader specializzata nel settore della produzione di contenitori, attrezzature e sistemi per la raccolta differenziata dei rifiuti  comunica, in relazione alla presente procedura, di aver preso visione del Vostro avviso di rettifica Prot. n. 10338 del 17/9/2019 e relativi allegati (Capitolato Speciale d’Appalto, Quadro Economico, Aree del territorio di Taranto) segnalando nello specifico quanto segue:.
     
    -in riferimento all’art. 1 e 2 del CSA alla voce 4 (ECP) punto 1 – Cassonetto stradale ingegnerizzato 1100/2100/2700 lt – e relativa SCHEDA TECNICA, apprendiamo la modifica sostanziale da Voi apportata, a pochi giorni dalla scadenza della procedura,  relativamente alle caratteristiche tecniche degli Enginered Collection Points (ECP) che va a sostituire di fatto le attrezzature previste nel Capitolato originale.
     
    -appare quanto mai evidente – a nostro avviso – che le caratteristiche degli ECP sono tali da identificare inequivocabilmente uno specifico prodotto “brevettato” e  realizzato da un’unica azienda limitando la partecipazione ad una procedura di così rilevante entità ad un unico concorrente e impedendone di fatto la partecipazione ad altre aziende;
     
    -alla luce di quanto sopra chiediamo pertanto di rivedere e ridefinire quanto da Voi pubblicato con la rettifica del 17/9/2019 ovvero di consentire  l’apertura ad altre soluzioni tecniche similari ed equivalenti per poter permettere una più ampia  partecipazione alla procedura;
     
    -alla luce di queste Vostre ultime modifiche tecniche e in considerazione della mancata risposta alle richieste di chiarimenti da noi formulate chiediamo inoltre  di prorogare la data di scadenza della procedura e di scorporare e riservare la parte di fornitura riferita agli ECP ad un lotto separato, come del resto previsto dall’art. 51 c.1 del Codice Appalti.
     
    Tutto ciò nel rispetto dei principi, previsti dall’art. 30 del Codice Appalti, di economicità, efficacia, tempestività, correttezza, libera concorrenza, parità di trattamento, non discriminazione, proporzionalità e trasparenza a cui l’esecuzione degli appalti deve essere ispirata e che devono sempre improntare le procedure pubbliche di affidamento. 
     
    Precisiamo quindi  che in caso di non rettifica delle caratteristiche tecniche in questione e di non accoglimento delle nostre richieste ci vedremo costretti a tutelarci legalmente nelle sedi opportune in quanto, in difetto, risulterà palese una violazione dei principi della par condicio dei concorrenti  a favore di un unico produttore.    
               
    Restiamo in attesa di Vs. tempestivo riscontro a quanto sopra richiesto.
     
    EUROSINTEX SRL


    Si rimanda all'avviso di rettifica prot. 10519.
     
    20/09/2019 14:22
  8. 18/09/2019 16:47 - Gentile Responsabile del Procedimento, 
    ​la presente riveste carattere di urgenza al fine di consentire alla scrivente la formulazione di idonea offerta ai fini della partecipazione alla procedura di gara.

    1. Analizzando il dettaglio degli importi della fornitura (pag. 7  art 4.2 del Disciplinare di Gara), in considerazione della tipologia e dei quantitativi delle attrezzature richieste e della relativa incidenza economica, con la presente siamo a chiedere conferma a Codesta Stazione Appaltante  che, ai sensi del comma 2 dell’art. 48 del D.Lgs 50/2016, la categoria Contenitori (Contenitori stradali – item 2 + contenitori per utenze domestiche e commerciali – item 3 ), è da considerarsi  “Fornitura Principale” e le restanti categorie (attrezzature isola ecologica item 1 e Materiali di consumo - item 5), pertanto, sono da considerarsi ognuna quali Forniture secondarie.
     
    2. Né bando, né disciplinare, né capitolato fanno riferimento all’obbligatorietà di un sopralluogo. L’unico riferimento all’obbligatorietà di effettuare la presa visione dei luoghi è  all’interno del modulo “Dichiarazioni Integrative” (che per contenuti discorda comunque con quanto indicato dal disciplinare a pag. 25 art. 15.3.1). Alla luce di ciò, si chiede conferma a codesta Stazione Appaltante che l’indicazione del sopralluogo obbligatorio all’interno del modulo “Dichiarazioni Integrative” è da considerarsi un refuso.
     
    3. Nel disciplinare di gara (pag. 8) si fa riferimento ad un importo a base di gara di 5.550.000,00 euro (importo confermato dalla Vs rettifica del 17/9/2019 del quadro economico) il bando di gara prevede invece un importo a base d’asta di 5.500.000,00 euro. La somma degli importi dei vari item generano altresì un totale di euro 5.550.023,00 euro. Alla luce di tali incongruenze, si chiede a codesta Stazione Appaltante di specificare qual è l’importo corretto da considerarsi a base di gara.
     
    4. Nel Disciplinare di gara è richiesto un contributo ANAC di 800 euro: in funzione dell’importo di gara, l’importo corretto del contributo a carico dell’operatore economico, ai sensi della Delibera ANAC n.1174 del 19 dicembre 2018, risulta essere pari a 200 euro. Ciò risulta altresì nel servizio Riscossione Contributi del portale ANAC. Si chiede pertanto conferma a codesta Stazione Appaltante che l’indicazione di 800 euro è da considerarsi un refuso e che l’importo corretto del contributo è da ritenersi 200,00 euro.
     
    5. Nel disciplinare (art.17 pag 31), con riferimento agli ECP si esplicita che “per l’allestimento degli ECP sono compresi nei prezzi l’allestimento delle aree ingegnerizzate, il layout, gli eventuali lavori ed autorizzazioni di legge per la corretta installazione nel pieno rispetto del codice della strada”. Si chiede a codesta Stazione Appaltante di fornire maggiori delucidazioni sulla tipologia degli eventuali lavori previsti. Si chiede inoltre conferma che le autorizzazioni di legge si intendono a Vs cura.
     
    6. Alla luce delle rettifiche apportate alla documentazione di gara in data 17/9/2019 (in particolare: 1. CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO; 2. QUADRO ECONOMICO; 3. AREE DEL TERRITORIO DI TARANTO), si fa presente come nella scheda tecnica  dei “Cassonetti ingegnerizzati di volumetrie variabili” (pag. 35 del CSA) si fa riferimento a n.394 pezzi mentre nella tabella riassuntiva della fornitura (richiamata sia dal Disciplinare che dal CSA) la quantità richiesta di tali cassonetti ingegnerizzati è pari a 393 pezzi. Alla luce di tale incongruenza si chiede conferma a codesta Stazione Appaltante che l’indicazione di 394 pezzi nella Scheda tecnica del CSA sia da considerarsi un refuso e di confermare che il numero richiesto è pari a n. 393.
     
    7. Per quanto riguarda i sacchi con QRCODE: in alternativa alla stampa del QRCODE direttamente su sacco, si chiede conferma a codesta Stazione Appaltante della possibilità di applicare sul sacco etichette con QRCODE capaci di garantire identica efficienza tecnica.
     
    8. Per quanto riguarda i sacchi con QRCODE: si chiede a codesta Stazione Appaltante di indicare quale colore dovranno avere tali sacchi.
     
    9. Per quanto riguarda i requisiti di capacità tecnica e professionale: il Disciplinare chiede di presentare un elenco di forniture analoghe di contenitori, cassonetti, mastelli e isole ecologiche. Non essendo menzionati i sacchi, si chiede conferma a codesta Stazione Appaltante se in tale elenco debbano essere ricomprese anche forniture relative a sacchi.
     
    10. Nella scheda tecnica relativa ai sacchi biodegradabili da 15 litri è richiesta una resistenza alla caduta libera di una massa zavorra fino al limite di saturazione di 15 kg da un piano orizzontale e da un'altezza di 100 cm. La norma UNI EN 13592:2017 indica, per questa tipologia di sacco, una massa di 2,5 kg. Si chiede pertanto conferma a codesta Stazione Appaltante che tale indicazione sia da intendersi un refuso e che il valore corretto sia quello indicato dalla norma UNI 13592:2017.
     
    11. Alla luce delle rettifiche apportate alla documentazione di gara in data 17/9/2019 (in particolare: 1. CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO; 2. QUADRO ECONOMICO; 3. AREE DEL TERRITORIO DI TARANTO), si fa presente che ci sono schede tecniche per 5 tipologie di sacchi mentre il modello offerta economica, il Capitolato e il Disciplinare ne indicano e valorizzano economicamente 4. Si chiede pertanto a codesta Stazione Appaltante, se la Scheda Tecnica relativa ai sacchi semitrasparenti da 110 litri indicata nel nuovo CSA (pag.41) è da considerarsi un refuso. Qualora i sacchi semitrasparenti fossero richiesti, si chiede di specificarne l’esatto quantitativo.
     
    12. Confermate che per i sacchi, diversamente da quanto previsto per tutti gli altri articoli oggetto della presente procedura, va presentata unicamente un'offerta economica e non anche tecnica?
     
    13. Con riferimento ai bidoni carrellati da 120-240-360 litri con Tag RFID, con la presente siamo a chiedere conferma a codesta Stazione Appaltante che, come specificato nelle Schede Tecniche del CSA (pag. 26-27-28-29-30-31), per coperchio e corpo contenitore viene richiesta la sola predisposizione per l’inserimento di serrature.

    In attesa di riscontro, distinti saluti.


    Si rimanda all'avviso di rettifica prot. 10519.
    20/09/2019 14:22
  9. 19/09/2019 10:53 - Gentile Responsabile del Procedimento, 
    ​la presente riveste carattere di urgenza al fine di consentire alla scrivente la formulazione di idonea offerta ai fini della partecipazione alla procedura di gara.

    L'Art. 15 CSA , richiede copertura R.C.T ed R.C.O .
    Si richiede di specificare cosa si intenda per adeguati massimali e di specificarne i relativi importi.
    Si richiede inoltre di chiarire se tali polizze dovranno essere inserite nella busta amministrativa in fase di presentazione dell'offerta.
    Si chiede di confermare la possibilità, nel caso un operatore economico abbia già stipulato polizze R.C.T ed R.C.O, di poterle integrare successivamente e quindi solo in caso di aggiudicazione. 
    Qualora confermiate la possibilità di integrare le polizze in fase successiva, il concorrente in fase di presentazione della documentazione amministrativa dovrà procedere con l'allegazione di un impegno della compagnia di
    assicurazione, diretto o attestato dal broker, per la futura stipula o integrazione, a semplice richiesta del concorrente interessato, di una polizza con le caratteristiche richieste?
    Distinti saluti


    Si rimanda all'avviso di rettifica prot. 10519.
    20/09/2019 14:22
  10. 19/09/2019 20:27 - 1) Nel Disciplinare di gara agli art. 9.3 – 9.4 Requisiti capacità economica finanziaria e tecnica professionale vengono suggeriti tra le parentesi delle indicazioni/valori non corretti, quali oggetto di gara ed importo a base di gara. Essendo contraddittorie possono essere considerarti dei refusi, restando quindi ferme le prescrizioni di gara ?

    2) Nel Disciplinare di gara art. 9.3 – Requisiti capacità tecnica professionale - viene richiesta alla voce B) Possesso, in capo al produttore, della seguente certificazione: 1. certificazione di qualità conforme alla vigente normativa ISO 9001; 2. certificazione di un sistema di gestione ambientale conforme alla vigente normativa ISO 14001. Il possesso delle certificazioni dovrebbe essere inteso come del partecipante e non del produttore dato che nel successivo 9.4 - Indicazioni per i raggruppamenti temporanei viene richiesto esplicitamente a - ciascuna delle imprese raggruppate/raggruppande, consorziate/consorziande o GEIE .
    Inoltre il possesso in capo al produttore è soggetto a punteggio (valutazione tecnica carrellati e cassonetti), conseguentemente se fosse un requisito di partecipazione il punteggio non potrebbe essere assegnato.
    Chiediamo delucidazioni in merito.

    3) All’art. 4.2 - Importi della fornitura del Disciplinare alla voce 5.2 viene indicato “sacchi compostabili da 110 litri" diversamente da quanto prescritto dalla relativa scheda tecnica nel CSA, ossia sacchi semitrasparenti in LDPE.
    Trattasi di refuso ?

    4) Nel Disciplinare di gara art. 9.3 – Requisiti capacità tecnica professionale – viene richiesto alla voce A) Un elenco delle forniture analoghe ………….. che sviluppino nel triennio antecedente alla data di pubblicazione del bando … è da intendersi come valore temporale di 365 giorni (anno solare) o come esercizio finanziario (anno civile) antecedente alla pubblicazione del bando?

    5) Nel CSA all’art. 25 nelle caratteristiche generali alla pag. 22 viene indicata per i contenitori carrellati la dotazione di serratura coperchio, diversamente nelle Schede tecniche pag. 28 – 30 viene richiesta la sola predisposizione per l’inserimento della serratura. Chiediamo precisazione sulla suddetta dotazione.

    6) Disciplinare di gara 19.1 Valutazione tecnica contenitori carrellati 120 lt, 240 lt, 360 lt, 1.100 lt, - pag. 37,38,39 – i criteri di valutazione numerici verranno considerati sulla base di rapporti di prova di ente terzo presentati in offerta tecnica o semplicemente su dichiarazione del concorrente/produttore ?

    7) Disciplinare di gara 19.1 valutazione tecnica mastelli - pag. 40 - si richiede di definire come verrà valutato tecnicamente il parametro “economicità” nelle caratteristiche di coperchio e fusto o se, trattandosi di refuso, si debba intendere “ergonomicità”?

    8) Disciplinare di gara 19.1 valutazione tecnica mastelli - pag. 40 – sistema di alloggiamento transponder: “resistenza e protezione del sistema di alloggiamento del transponder certificato da rapporto di prova”. Considerato che l’alloggiamento dei transponder sui contenitori di volume minore (mastelli), diversamente dai contenitori carrellati, non è regolato da nessuna normativa, si richiede se tale punteggio debba essere considerato un refuso e se la valutazione sarà effettuata in base alla caratteristiche tecnico-descrittive dell’alloggiamento ? In alternativa si chiede di specificare la tipologia tecnica di prova e la norma di riferimento per il rapporto di prova che viene richiesto”.

    9) Disciplinare di gara 19.1 valutazione tecnica mastelli - pag. 40 – in riferimento alla “coppia di catarifrangenti applicati nelle apposite sedi con rifrangenza Classe 1 certificati” stiamo a specificare che la certificazione di Classe 1 è relativa solo ai contenitori stradali (cassonetti – bidoni), come previsto dal CdS, e non per i mastelli per la raccolta porta a porta. Pertanto la valutazione è soggetta solo all’applicazione di una coppia di rifrangenti in apposite sedi quale optional in dotazione ?

    10) Nel CSA – Scheda tecnica sacchi per indifferenziato con codice a barre – pag. 41 – viene indicato “Sacco in polietilene per raccolta indifferenziato ….. con fondo a pomodoro ...”, per principio di equivalenza è possibile offrire un sacco con fondo di forma diversa che garantisca una uguale resistenza e tenuta ?

     


    Si rimanda all'avviso di rettifica prot. 10519.
    20/09/2019 14:23
  11. 19/09/2019 17:29 - Gentile Responsabile del Procedimento, 
    ​la presente riveste carattere di urgenza al fine di consentire alla scrivente la formulazione di idonea offerta ai fini della partecipazione alla procedura di gara.

    Si chiede di precisare quanto richiesto al punto "9.3 Requisiti di capacità tecnica e professionale" del Disciplinare:
     
    Confermate che per triennio antecedente alla data di pubblicazione del bando si intende 01.09.2016/01.09.2019?

    Distinti saluti.


    Si rimanda all'avviso di rettifica prot. 10519.
    20/09/2019 14:23
  12. 20/09/2019 09:35 - Gentile Responsabile del Procedimento, 
    ​la presente riveste carattere di urgenza al fine di consentire alla scrivente la formulazione di idonea offerta ai fini della partecipazione alla procedura di gara.
    Il Disciplinare di gara a pag. 30, con riferimento alla relazione tecnica, indica che sono ammessi un numero massimo di n.3 elaborati grafici formato A2. Con la presente si chiede conferma a codesta Stazione Appaltante che l’indicazione del formato A2 sia da considerarsi un refuso e che sia invece da intendersi formato A3.
    Distinti saluti.


    Si rimanda all'avviso di rettifica prot. 10519.
    20/09/2019 14:23
  13. 24/09/2019 20:04 - In relazione alla rettifica della documentazione di gara come da avviso prot. 10519, siamo a richiedere i seguenti chiarimenti:

    1) Nel Disciplinare di gara art. 9.3 – Requisiti capacità tecnica professionale – viene richiesto alla voce A) Un elenco delle forniture analoghe ………….. che sviluppino nel triennio antecedente alla data di pubblicazione del bando … è da intendersi come valore temporale di 365 giorni (anno solare) o come esercizio finanziario (anno civile) antecedente alla pubblicazione del bando?

    2) Nel Disciplinare di gara agli art. 9.3 – 9.4 Requisiti capacità economica finanziaria e tecnica professionale vengono suggeriti tra le parentesi delle indicazioni/valori non corrispondenti esattamente a quanto indicato nel Disciplinare, quali oggetto di gara e valore a base di gara. Possono essere considerarti come indicazioni di massima, restando quindi ferme le prescrizioni di gara ?

    3) Disciplinare di gara 19.1 Valutazione tecnica contenitori carrellati 120 lt, 240 lt, 360 lt, 1.100 lt, - pag. 37,38,39 – i criteri di valutazione numerici (peso totale ammesso, Livello emissione rumore) verranno considerati sulla base di rapporti di prova di ente terzo eventualmente presentati in offerta tecnica o semplicemente su dichiarazione del concorrente/produttore ?

    4) Disciplinare di gara 19.1 valutazione tecnica mastelli - pag. 40 - si richiede di definire come verrà valutato tecnicamente il parametro “economicità” nelle caratteristiche di coperchio e fusto o se, trattandosi di refuso, si debba intendere “ergonomicità”?

    5) Disciplinare di gara 19.1 valutazione tecnica mastelli - pag. 40 – sistema di alloggiamento transponder: “resistenza e protezione del sistema di alloggiamento del transponder certificato da rapporto di prova”. Considerato che l’alloggiamento dei transponder sui contenitori di volume minore (mastelli), diversamente dai contenitori carrellati, non è regolato da nessuna normativa, si richiede se tale punteggio debba essere considerato un refuso e se la valutazione sarà effettuata in base alla caratteristiche tecnico-descrittive dell’alloggiamento ? In alternativa si chiede di specificare la tipologia tecnica di prova e la norma di riferimento per il rapporto di prova che viene richiesto”.

    6) Disciplinare di gara 19.1 valutazione tecnica mastelli - pag. 40 – in riferimento alla “coppia di catarifrangenti applicati nelle apposite sedi con rifrangenza Classe 1 certificati” stiamo a specificare che la certificazione di Classe 1 è relativa solo ai contenitori stradali (cassonetti – bidoni), come previsto dal CdS, e non per i mastelli per la raccolta porta a porta. Pertanto la valutazione è soggetta solo all’applicazione di una coppia di rifrangenti in apposite sedi quale optional in dotazione ?

    7) Nel CSA – Scheda tecnica sacchi per indifferenziato con codice a barre – pag. 41 – viene indicato “Sacco in polietilene per raccolta indifferenziato ….. con fondo a pomodoro ...”, per principio di equivalenza è possibile offrire un sacco con fondo di forma diversa che garantisca una uguale resistenza e tenuta ?
     


    Si invita l’azienda a far riferimento ai documenti rettificati, per evitare interpretazioni errate. Ad ogni buon conto si riportano di seguito le risposte ai quesiti:
    Risposta a quesito 1: il disciplinare rettificato chiarisce il periodo di riferimento, che qui di seguito si riporta.
    Un elenco delle forniture analoghe a quelle oggetto di appalto (forniture di contenitori, cassonetti e mastelli destinati alla raccolta differenziata dei rifiuti) eseguite, a favore di soggetti pubblici o privati, che sviluppino nel triennio antecedente alla data di pubblicazione del bando (01.09.2016/01.09.2019), un fatturato specifico non inferiore all’importo a base d’asta, iva esclusa (€ 4.500.000,00);
    Risposta a quesito 2:
    il disciplinare indica con esattezza i valori richiesti per la partecipazione alla gara, cui le ditte devono far riferimento e che qui di seguito si riportano nuovamente:
    9.2 REQUISITI DI CAPACITÀ ECONOMICA E FINANZIARIA 
    Al fine di valutare l’affidabilità economica e finanziaria del concorrente rispetto all’assunzione degli oneri conseguenti all’aggiudicazione è richiesto di avere realizzato un fatturato globale medio annuo, riferito agli esercizi finanziari del triennio 01.09.2016/01.09.2019, non inferiore al doppio dell’importo della fornitura a base d’asta IVA esclusa (€ 9.000.000,00)
    9.3 REQUISITI DI CAPACITÀ TECNICA E PROFESSIONALE 
    Al fine di valutare la capacità tecnico-professionale del concorrente è richiesto:   A) Un elenco delle forniture analoghe a quelle oggetto di appalto (forniture di contenitori, cassonetti e mastelli destinati alla raccolta differenziata dei rifiuti) eseguite, a favore di soggetti pubblici o privati, che sviluppino nel triennio antecedente alla data di pubblicazione del bando (01.09.2016/01.09.2019), un fatturato specifico non inferiore all’importo a base d’asta, iva esclusa (€ 4.500.000,00);
    Risposta a quesito 3 e 5:
    nel pieno rispetto del codice dei contratti e del disciplinare di gara l’AMIU provvederà a nominare commissione di gara. La commissione giudicatrice è nominata, ai sensi dell’art. 216, comma 12 del Codice, dopo la scadenza del termine per la presentazione delle offerte ed è composta da un numero dispari pari a n. 3 membri. In capo ai commissari non devono sussistere cause ostative alla nomina ai sensi dell’art. 77, comma 9, del Codice. A tal fine i medesimi rilasciano apposita dichiarazione alla stazione appaltante. La commissione giudicatrice è responsabile della valutazione delle offerte tecniche ed economiche dei concorrenti e fornisce ausilio al RUP nella valutazione della congruità delle offerte tecniche (cfr. Linee guida n. 3 del 26 ottobre 2016).
    Rispettando le previsioni dell’art. 19.1 CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’OFFERTA TECNICA, la commissione determinerà il punteggio dell’offerta tecnica, attribuendo sulla base dei criteri di valutazione elencati nella tabella, desumendo le caratteristiche della proposta tecnica dei concorrenti dalla relazione, e dagli allegati:schede tecniche, i depliants dei prodotti offerti, senza alcun limite di pagina. La proposta tecnica, come richiesto dal disciplinare di gara dovrà evidenziare gli elementi considerati migliorativi, dovrà contenere le schede tecniche delle singole forniture, attrezzature e materiali.
    Risposta a quesito 4: refuso nel testo –
    Robustezza ed ergonomicità e non Robustezza ed economicità
    Risposta a quesito 6: si conferma la previsione del disciplinare cui si rimanda in risposta al quesito delle ditta
    Risposta a quesito 7: si conferma la previsione del disciplinare cui si rimanda in risposta al quesito delle ditta
     
    30/09/2019 09:35
  14. 26/09/2019 10:51 - Gentile Responsabile del Procedimento,
    La Società EUROSINTEX SRL, in relazione alla presente procedura, richiede le seguenti precisazioni:

    1. Chiediamo, in riferimento ai cassonetti stradali 1100 lt. plastica – voce    A 2.1. – se debbano essere completi di tag e relativa doppia etichetta adesiva e di serratura triangolare in quanto negli schemi riassuntivi degli articoli 1 e 2 del Capitolato Speciale d’Appalto alla voce “cassonetti 1100 lt. plastica” non viene riportato “con tag RFID” e “con chiave” come invece avviene per i bidoni carrellati 120/240/360 lt.;

    2.La Scheda “Materiale di consumo per la raccolta “ riporta 5 voci e relative descrizioni di sacchi nelle diverse tipologie; diversamente negli schemi riassuntivi degli articoli 1 e 2 del Capitolato Speciale d’Appalto – voce B 5 – le voci di sacchi sono 4, da 5.1 a 5.4. Si chiede pertanto se nella SCHEDA TECNICA trattasi di refuso la voce “Sacchi trasparenti da 110 lt” non menzionata agli artt. 1 e 2 citati.

    3.Chiediamo che vengano meglio descritte e specificate – nella scheda “Materiale di consumo per la raccolta” – le caratteristiche riferite alla voce “Compact unit da 20 cm” per meglio identificare e definire  l’attrezzatura da offrire.

    4.Chiediamo, in riferimento al Quadro Economico Generale di Spesa, se la somma riportata alla voce B.1  “Progettazione, DEC, incentivo, RUP, imprevisti” pari ad € 151.152,41 Iva esclusa sia ad esclusivo carico dell’appaltatore.

    In attesa di riscontro, porgiamo cordiali saluti.

    EUROSINTEX SRL


    Risposta a quesito 1: si riportano le caratteristiche minimali dei contenitori da 1.100 lt
    Descrizione: Contenitore per ambienti interni ed esterni, destinato al conferimento di alcune frazioni dei rifiuti solidi urbani, attrezzato per essere svuotato meccanicamente con appositi volta contenitori. Ciascun contenitore deve essere costruito con tecniche di produzione, materiali e spessori tali da conferire al prodotto le caratteristiche tecniche dimensionali, chimico-fisiche e strutturali tali da garantire lunga durata, manutenzione di facile esecuzione, alta resistenza, stabilità dimensionale, igienicità e ottima lavabilità. Progettazione e costruzione in ottemperanza alla norma UNI EN 840:2013 ed alle vigenti disposizioni antinfortunistiche a norma di legge. Il contenitore e le parti accessorie dovranno essere costruiti con materiale totalmente riciclabile. La Ditta produrrà in sede di gara i disegni tecnici con le relative misure da cui possa rilevarsi il peso del manufatto finito (suddiviso tra peso vasca, peso coperchio, peso ruote e peso ferramenta). Coperchio e corpo contenitore predisposti per l’inserimento di serrature. Contenitore completo di TAG apposto in maniera solidale al contenitore in posizione da concordare con la Stazione Appaltante.
    Materiale: Polietilene ad alta densità – HDPE, PEHD – 100% riciclabile, colorato in massa, stabilizzato e trattato contro l’azione dei raggi UV, degli agenti atmosferici, chimici, biologici. I contenitori dovranno essere prodotti mediante un processo di stampaggio ad iniezione con superficie interna ed esterna completamente liscia (non devono essere presenti danni, cricche, bolle e/o sbavature) e dovranno essere sufficientemente resistenti dal punto di vista costruttivo per sopportare i carichi derivanti dalla movimentazione delle varie tipologie di rifiuti e quindi materiali, spessori, nervature, rinforzi ed assemblaggio sia dei contenitori che dei coperchi dovranno garantirne l’utilizzo senza deformazioni a basse ed alte temperature esterne e garantire la resistenza alle sollecitazioni meccaniche dovute a sbattimenti ripetuti ed alle aggressioni da agenti chimici, atmosferici e dai raggi ultravioletti;
    Volumetria: Capacità nominale minima litri 1.100 (tolleranza ±10%);
    Forma: tronco piramidale; corpo stampato in unico pezzo autoportante opportunamente innervato, con non meno di quattro maniglie ergonomiche di presa integrate, sprovvista di angoli vivi, munita di tappo per lo scarico dell’acqua in polietilene, fondo opportunamente rinforzato e innervato soprattutto in corrispondenza degli attacchi piastre porta ruota
    Coperchio: dovrà essere piano, fissato al corpo con cerniere idonee ed essere apribili sul retro, consentendo il ribaltamento a 270°, il coperchio dovrà essere strutturato in modo che venga garantita la tenuta alle infiltrazioni d’acqua ed insetti, oltre a limitare, il più possibile, la fuoriuscita di cattivi odori, inoltre dovrà essere realizzato con accorgimenti che rendano agevole il deflusso dell’acqua piovana e dotato di almeno due prese per l’apertura
    Attacco: “maschio” DIN rinforzato ed a pettine frontale rinforzato come da norma UNI EN 840-3;
    Ruote: quattro gommate piroettanti aventi portata non inferiore a Kg 100 per ciascuna ruota, diametro minimo 200 mm, di cui due fornite di dispositivo di frenatura integrale
    Impugnatura per la movimentazione manuale ricavata con almeno quattro maniglie ergonomiche
    Segnaletica stradale rifrangente; pellicola rifrangente a strisce bianche e rosse a normale efficienza d’intensità luminosa (classe 1); la pellicola dovrà avere una superficie utile per contenitore di almeno 3.200 cm2 comunque frazionabili. La pellicola dovrà essere del tipo 3M o equivalente con garanzia minima 7 anni. Il marchio di individuazione della pellicola (numero anni di garanzia e nome del produttore) stampigliato sulla pellicola stessa dovrà essere integrato con la struttura interna del materiale.
    Personalizzazione: Monocromatica apposta sulla parte frontale con layout grafico fornito dalla stazione appaltante.
    Risposta a quesito 2: le voci dei sacchi non presentano refusi ma contemplano le diverse tipologie ed i relativi prezzi unitari da utilizzare nell’accordo quadro.
    Risposta a quesito 3: il sistema da proporre deve avere una capacità complessiva di 20 mc, gestire in modo ingegnerizzato i rifiuti, deve essere completo di contenitori, sistema di riconoscimento utenza.
    Si riporta quanto previsto nel capitolato, cui le ditte devono fare riferimento nell’offerta:
    Fornitura e posa in opera di sistema compatto ingegnerizzato per isola ecologica della capacità complessiva di 20 mc, completo di contenitori, sistema di riconoscimento utenza, da posizionare all’interno dell’isola ecologica. Certificato per il conferimento dei rifiuti urbani ed assimilati. Compreso di ogni onere per un funzionamento conforme alla normativa di settore.
    Risposta a quesito 4: si conferma quanto riportato nel quadro economico in ordine ai costi del DEC.
     
     
    30/09/2019 09:36
  15. 28/09/2019 14:00 - Gentile Responsabile del Procedimento, 
    ​la presente riveste carattere di urgenza al fine di consentire alla scrivente la formulazione di idonea offerta ai fini della partecipazione alla procedura di gara.

    1. Analizzando il dettaglio degli importi della fornitura (pag. 7  art 4.2 del Disciplinare di Gara), in considerazione della tipologia e dei quantitativi delle attrezzature richieste e della relativa incidenza economica, con la presente siamo a chiedere conferma a Codesta Stazione Appaltante  che, ai sensi del comma 2 dell’art. 48 del D.Lgs 50/2016, la categoria Contenitori (Contenitori stradali – item 2 + contenitori per utenze domestiche e commerciali – item 3 ), è da considerarsi  “Fornitura Principale” e le restanti categorie (Item 1 e Materiali di consumo - item 5), pertanto, sono da considerarsi ognuna quali Forniture secondarie.

    2. Nel Disciplinare di gara è richiesto un contributo ANAC di 200 euro: in funzione dell’importo di gara, l’importo corretto del contributo a carico dell’operatore economico, ai sensi della Delibera ANAC n.1174 del 19 dicembre 2018, risulta essere pari a 140 euro. Ciò risulta altresì nel servizio Riscossione Contributi del portale ANAC. Si chiede pertanto conferma a codesta Stazione Appaltante che l’indicazione di 800 euro è da considerarsi un refuso e che l’importo corretto del contributo è da ritenersi 140,00 euro.

    3. Per quanto riguarda i sacchi con QRCODE: in alternativa alla stampa del QRCODE direttamente su sacco, si chiede conferma a codesta Stazione Appaltante della possibilità di applicare sul sacco etichette con QRCODE capaci di garantire identica efficienza tecnica. 4. Per quanto riguarda i sacchi con QRCODE: si chiede a codesta Stazione Appaltante di indicare quale colore dovranno avere tali sacchi.
     
    5. Nella scheda tecnica relativa ai sacchi biodegradabili da 15 litri è richiesta una resistenza alla caduta libera di una massa zavorra fino al limite di saturazione di 15 kg da un piano orizzontale e da un'altezza di 100 cm. La norma UNI EN 13592:2017 indica, per questa tipologia di sacco, una massa di 1,5 kg. Si chiede pertanto conferma a codesta Stazione Appaltante che tale indicazione sia da intendersi un refuso e che il valore corretto sia quello indicato dalla norma UNI 13592:2017.  

    6. Alla luce delle rettifiche apportate alla documentazione di gara in data 20/9/2019, si fa presente che ci sono schede tecniche per 5 tipologie di sacchi mentre il modello offerta economica, il Capitolato e il Disciplinare ne indicano e valorizzano economicamente 4. Si chiede pertanto a codesta Stazione Appaltante, se la Scheda Tecnica relativa ai sacchi semitrasparenti da 110 litri indicata nel nuovo CSA (pag.41) è da considerarsi un refuso. Qualora i sacchi semitrasparenti fossero richiesti, si chiede di specificarne l’esatto quantitativo. 

    7. Confermate che per i sacchi, diversamente da quanto previsto per tutti gli altri articoli oggetto della presente procedura, va presentata unicamente un'offerta economica e non anche tecnica? Questo dubbio nasce dalla poca chiarezza della documentazione che da una parte (DISCIPLINARE, CAPITOLATO) non indica una valutazione/punteggio per i sacchi, dall’altra (SCHEDE TECNICHE) lascia all’operatore economico ampia discrezionalità nell’offerta dei sacchi per quanto riguarda dimensioni e spessore. Al fine di garantire uniformità di valutazione e un corretto confronto concorrenziale circa le soluzioni offerte, si richiede di voler specificare le dimensioni dei sacchi richiesti, essendo la capacità riportata nelle schede tecniche indicativa e ottenibile con sacchi aventi dimensioni spesso diverse tra loro. Laddove non vengano chiarite queste caratteristiche, si richiede quali saranno i criteri di valutazione che verranno adottati, se daranno punteggio e se saranno prese in considerazione eventuali migliorie tecniche. 

    8. Punto 9.3 Del Disciplinare - Si chiede conferma che il requisito delle certificazioni ISO 9001 e 14001 sia riferito al produttore dei beni oggetto della fornitura principale (mastelli e bidoni carrellati e sacchetti ) mentre siano esclusi i beni complementari quali rollbox , scarrabili ed in generale i beni affini al punto 1.

    9. Pag.20 del CSA “ I contenitori dovranno essere dotati di numerazione riportata su doppio supporto adesivo, uno ad alta adesività ed uno rimovibile." Mentre a pag.21 - "Al trasponder andra' abbinata una doppia etichetta biadesiva, da apporre sul lato dx o sx del contenitore (vista frontale) alcuni cm sotto il bordo". Le due Indicazioni sono in apparente contraddizione, si chiede conferma che la prima sia un refuso in quanto il codice è gia' presente stampato sul fusto, e sia corretta la seconda che prevede due etichette rimovibili, una per la ricevuta al cliente ed una per Il modulo da conservare.  
    10. l capitolato speciale d’appalto PAG.22 riporta la condizione di realizzare i contenitori con almeno il 30% di materiale riciclato. Si richiede se tale indicazione è da ritenersi da applicare anche per i bidoni carrellati. L’obiettivo dei CAM e' quello di incentivare l’economia circolare (riutilizzo dei materiali nei processi produttivi per la realizzazione di nuovi prodotti) nel caso dei contenitori carrellati in polietilene e' possibile farlo, con percentuali abbastanza elevate, utilizzando i colori con tonalita' scura e proponendo la soluzione dei contenitori “bicolore” con corpo unico colore grigio scuro antracite e coperchio di vari colori in base alla tipologia
    di rifiuto da conferire. Si chiede pertanto la possibilità di offrire il corpo dei contenitori carrellati in un unico colore GRIGIO ANTRACITE per tutte le tipologie di rifiuto con la distinzione del solo colore coperchio.

    11. Capitolato Speciale all’art. 25 pag.20 : chiediamo conferma se possiamo considerare un refuso il riferimento all’adesivo permanente 4 colori riferito a tutti i contenitori avendo poi specificato nelle schede tecniche relative alle singole tipologie di contenitore la specifica personalizzazione tramite stampa monocromatica.

    12. Disciplinare, punto 9.2 “…è richiesto di avere realizzato un fatturato globale medio annuo, riferito agli esercizi finanziari del triennio 01.09.2016/01.09.2019, non inferiore al doppio dell’importo della fornitura a base d’asta IVA esclusa (€ 9.000.000,00).”
    Non essendo possibile presentare il bilancio per l’anno 2019, confermate che trattasi di un refuso e le annualità da considerare sono 2016-2017-2018?
    In caso contrario, quali documenti ritenete utili, bilanci depositati a parte, per la dimostrazione della propria capacità economica e finanziaria?

    13. Pagina 18 del Disciplinare c'è scritto: “In caso di partecipazione in forma associata la fideiussione dovrà essere prodotta:” (il periodo si interrompe senza specificare altro, manca chiaramente un pezzo).  14. Né bando, né disciplinare, né capitolato fanno riferimento all’obbligatorietà di un sopralluogo. L’unico riferimento all’obbligatorietà di effettuare la presa visione dei luoghi è all’interno del modulo “Dichiarazioni Integrative” (che per contenuti discorda comunque con quanto indicato dal disciplinare punto 15.3.1). Alla luce di ciò, si chiede conferma a codesta Stazione Appaltante che l’indicazione del sopralluogo obbligatorio all’interno del modulo “Dichiarazioni Integrative” è da considerarsi un refuso.
     
    15. Il Disciplinare di gara a pag. 29, con riferimento alla relazione tecnica, indica che sono ammessi un numero massimo di n.3 elaborati grafici formato A2. Con la presente si chiede conferma a codesta Stazione Appaltante che l’indicazione del formato A2 sia da considerarsi un refuso e che sia invece da intendersi formato A3. 

    In attesa di riscontro, distinti saluti.


    Risposta a quesito 1: l’art 48 del codice dei contratti è riferito alle forme di aggregazione “Raggruppamenti temporanei e consorzi di operatori economici. Il comma 2 fa riferimento alle forme di ATI, cui il bando e disciplinare si rimandano e consentono l’ammissibilità di questa tipologia di concorrenti.
     
    Risposta a quesito 2: L’importo ANAC è di 200 euro come già chiarito in precedenza
     
    Risposta a quesito 3 e 4: Si rimanda alle specifiche tecniche del disciplinare e del capitolato
     
    Risposta a quesito 5: Si rimanda alle specifiche tecniche del disciplinare e del capitolato
     
    Risposta a quesito 6: Si rimanda ai chiarimenti già pubblicati quale risposta al quesito
     
    Risposta quesito 7: si conferma la redazione della proposta tecnica con riferimento alle previsioni di disciplinare e criteri di valutazione
     
    Risposta a quesito 8: si rimanda alle risposte ai quesiti già pubblicate sullo stesso argomento
     
    Risposta a quesito 9: si rimanda alle specifiche tecniche del disciplinare e del capitolato
     
    Risposta a quesito 10: si conferma la previsione di capitolato
     
    Risposta a quesito 11: si conferma la previsione di capitolato
     
    Risposta a quesito 12: si fa riferimento al triennio precedente, la cui attestazione del fatturato specifico e globale è fatto con riferimento alle previsioni del codice dei contratti. (bilanci, fatture, unico, convenzioni, contratti, etc).
     
    Risposta a quesito 13: in caso di raggruppamento la polizza deve far riferimento allo stesso ed ai partecipanti all’ATI, nel pieno rispetto del codice dei contratti
    Risposta a quesito 14: si rimanda alle risposte già date in precedenza sull’argomento
     
    Risposta a quesito 15: si rimanda ai chiarimenti già pubblicati
     
    02/10/2019 11:41
  16. 28/09/2019 14:03 - Gentile Responsabile del Procedimento, 
    ​la presente riveste carattere di urgenza al fine di consentire alla scrivente la formulazione di idonea offerta ai fini della partecipazione alla procedura di gara.
    Analizzando il dettaglio degli importi della fornitura (pag. 7  art 4.2 del Disciplinare di Gara), in considerazione della tipologia e dei quantitativi delle attrezzature richieste e della relativa incidenza economica, con la presente siamo a chiedere conferma a Codesta Stazione Appaltante  che, ai sensi del comma 2 dell’art. 48 del D.Lgs 50/2016, la categoria Contenitori (Contenitori stradali – item 2 + contenitori per utenze domestiche e commerciali – item 3 ), è da considerarsi  “Fornitura Principale” e le restanti categorie (Item 1 e Materiali di consumo - item 5), pertanto, sono da considerarsi ognuna quali Forniture secondarie.
    In attesa di riscontro, distinti saluti.


    Risposta a quesito: l’art 48 del codice dei contratti è riferito alle forme di aggregazione “Raggruppamenti temporanei e consorzi di operatori economici. Il comma 2 fa riferimento alle forme di ATI, cui il bando e disciplinare si rimandano e consentono l’ammissibilità di questa tipologia di concorrenti.
    02/10/2019 13:37

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk
Per supporto alle Stazioni Appaltanti:
800165654 int.5
piattaforma@asmel.eu

Per supporto agli Operatori Economici:
02-40031280
assistenza@tuttogare.it
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 17:30

By ASMEL ASSOCIAZIONE

Via Carlo Cattaneo, 9 Gallarate (VA)
Email: piattaforma@asmel.eu 


 

ASMEPAL

Centro Direzionale, Isola G/1 80143 NAPOLI
Email: info@asmepal.it – PEC: asmepal@asmepec.it