Gara - ID 2123

Stato: Proposta di aggiudicazione


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante CONSORZIO A.S.I. DI CASERTA Provincia:
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoLavori
Sicurezza e ambiente nella “Terra dei Fuochi”: Infrastrutture per videosorveglianza e monitoraggio ambiente aree ASI Caserta
CIG842597782E
CUPE94H17000640006
Totale appalto€ 3.606.555,41
Data pubblicazione 11/09/2020 Termine richieste chiarimenti Giovedi - 24 Settembre 2020 - 12:00
Scadenza presentazione offerteMercoledi - 30 Settembre 2020 - 12:00 Apertura delle offerteLunedi - 05 Ottobre 2020 - 12:00
Categorie merceologiche
  • 45 - Lavori di costruzione
DescrizioneSicurezza e ambiente nella “Terra dei Fuochi”: Infrastrutture per videosorveglianza e monitoraggio ambiente aree ASI Caserta
Struttura proponente Asmepal s.r.l.
Responsabile del servizio Ing. Carlo Tramontana Responsabile del procedimento
Allegati
Richiesta DGUE XML
File p7m bando-di-gara-oepv.pdf - 233.43 kB
11/09/2020
File doc sopralluogo-autonomo - 112.00 kB
11/09/2020
File p7m disciplinare-di-gara-oepv.pdf - 410.05 kB
11/09/2020
File pdf f23-per-bollo - 89.27 kB
11/09/2020
File doc atto-unilaterale-d-obbligo-asmepal - 96.00 kB
11/09/2020
File docx allegato-al-disciplinare-di-gara-norme-tecniche-utilizzo-piattaforma. - 0.97 MB
14/09/2020
File rar progetto-pon-verificato - 841.50 MB
14/09/2020
File pdf allegato-al-chiarimento-n-8 - 202.98 kB
23/09/2020
File pdf elaborato-r-20-schede-di-analisi-dei-prezzi-1.5- - 1.58 MB
23/09/2020
File pdf Atto di costituzionedella Commissione valutatrice - 267.38 kB
30/10/2020
File p7m verbale-n.-1-del-12-11-2020.-seduta-pubblica.pdf.p7m - 332.46 kB
04/12/2020
File p7m verbale-n.-2-del-17-11-2020.-seduta-pubblica.pdf.p7m - 1.26 MB
04/12/2020
File p7m verbale-n.-3-del-26-11-2020.-seduta-pubblica.pdf.p7m - 1.21 MB
04/12/2020
File p7m verbale-n.-4-del-03-12-2020.-seduta-pubblica.pdf.p7m - 806.74 kB
21/12/2020
File p7m verbale-n.-8-del-05-02-2021.-seduta-pubblica.pdf - 1.11 MB
08/02/2021

Proposta di aggiudicazione

06044391214

CONPAT SCARL -

Partecipanti

RAGGRUPPAMENTO

00401990585

Leonardo S.p.a. - 04-CAPOGRUPPO

03825891215

NOVASISTEMI SRL - 01-MANDANTE

10640540158

SOLETO SPA -

RAGGRUPPAMENTO

06035080636

S.E.TI. SNC DI CIRILLO CIRO E FLAMINIO - 04-CAPOGRUPPO

07359350639

CONSORZIO NAZIONALE SICUREZZA SOC. CONS. A R.L. - 01-MANDANTE

RAGGRUPPAMENTO

06559530636

S E L C O M S.P.A. - 04-CAPOGRUPPO

01736190610

I.R.T.E.T. S.R.L. IMPIANTI - RETI TELEFONICHE ELETTRICHE - T - 01-MANDANTE

06044391214

CONPAT SCARL -

02808570580

ELECTRON ITALIA S.r.l. -

Seggio di gara

Atto di costituzione 264 - 29/10/2020
Nome Ruolo CV
CAPUTO DOMENICO PRESIDENTE
TERRERI PIETRO Componente e segretario verbalizzante
FURNO POMPEO COMPONENTE

Commissione valutatrice

File pdf Atto di costituzione 264 - 29/10/2020
Nome Ruolo CV
CAPUTO DOMENICO PRESIDENTE
TERRERI PIETRO Componente e segretario verbalizzante
FURNO POMPEO Componente

Avvisi di gara

31/01/2021Comunicazione data di apertura della busta Busta C - Offerta economica e temporale della procedura Aperta: Sicurezza e ambiente nella “Terra dei Fuochi”: Infrastrutture per videosorveglianza e monitoraggio ambiente aree ASI Caserta
Si comunica che l'apertura della busta Busta C - Offerta economica e temporale per la procedura in oggetto avverra in data Venerdi - 05 Febbraio 2021 - 16:30...

Chiarimenti

  1. 18/09/2020 17:34 - Buonasera,
    con la presente si chiede conferma che il sopralluogo va fatto autonomamente senza prendere nessun apputamento con Voi, giusto?
    Inoltre, come da chiarimento precedente, notizie sulla possibilità di proroga della scadenza?

    In attesa distinti saluti


    Il sopralluogo va fatto autonomamente senza alcun appuntamento. La procedura è stata indetta coerentemente con le tempistiche dettate ai sensi del combinato disposto dell’art.60, comma 1 ed art.36, comma 9 del Codice degli Appalti (18 giorni). Considerata l’urgenza di aggiudicare l’appalto, vista l’approssimarsi della scadenza del finanziamento per l’esecuzione del lavoro oggetto della presente procedura non è possibile consentire una proroga dei termini.
    23/09/2020 17:10
  2. 22/09/2020 12:23 - si inoltrano i seguenti chiarimenti:

    Elaborato R 04 - Par. 4.5.3.1 Pag. 4-33 "Lettura Targhe"
    Con riferimento alla telecamera di lettura targhe, si chiede se possa essere accettata per il lettore una soluzione innovativa composta da un dispositivo ANPR equipaggiato con un solo sensore multimegapixel (3Mpx) con illuminatore IR in grado di coprire tutte le funzionalità richieste in termini di generazione dell’immagine della targa, immagine di contesto, streaming, ecc…

    Elaborato Disciplinare di Gara - Par. 4.1 Pag. 9/31 "Offerta Tecnica"
    Con riferimento alla tabella dei Sub-Criteri di valutazione si chiede di chiarire i Criteri C e D. In particolare si chiede di chiarire se il Criterio C, ed i relativi Sub-Criteri c.1 e c.2, sono riferiti rispettivamente all'estensione di Garanzia oltre i 2 anni (24 mesi) per un massimo di 5 anni (60 mesi) e alle strategie messe in atto per il controllo e la segnalazione guasti. Per il Criterio D si chiede di chiarire se è riferito alle attività di manutenzione e assistenza tecnica preventiva e correttiva sull'intero sistema oggetto di fornitura e se anche questo servizio parte di base con 2 anni (24 mesi) ed è estensibile fino a 5 anni (60 mesi)


    • In relazione alla sostituzione delle telecamere lettura targhe con apparecchi integrati, trattandosi di aspetti meramente tecnici, gli stessi saranno saranno oggetto di valutazione da parte della commissione di gara.
    • In relazione ai chiarimenti sui criteri “C” e “D” vedasi chiarimento n° 5 e chiarimento n° 8
    24/09/2020 13:30
  3. 24/09/2020 09:05 - la scrivente pone i seguenti chiarimenti:

    23.3.2.6 Art. 11. Norme generali sui materiali, i componenti, i sistemi e l'esecuzione
    Al comma 6 si dice
    Nessun materiale può essere impiegato nelle costruzioni se non sia stato preventivamente accettato dal Direttore dei lavori,
    il quale ha il diritto di rifiutare qualunque materiale che ritenga non adatto per la buona riuscita dei lavori.
     
    Q1: Quali sono gli indicatori secondo cui i materiali possono essere  ritenuti “non adatti”?
    Q2: Viene Fornita una relazione per spiegare tale decisione?
    Q3: È facoltà dell’appaltatore fornire spiegazioni dettagli tecnici e/o indicare eventuali cambi di materiale?
     
    Al comma 8 si dice.
    L’accettazione dei materiali non può mai pregiudicare alcun diritto della Stazione appaltante, ivi compreso quello di rifiutare, in qualunque tempo, ancorché posti in opera, i materiali non corrispondenti alle condizioni contrattuali
     
    Q1: questa facoltà può essere esercitata anche se il DL ha dato sua formale approvazione?
    Q2: quale procedura verrà posta in essere qualora la Stazione Appaltante decidesse di rifiutare i materiali?
    Q3: con quali tempi e modi è formulata la comunicazione di tale eventualità?
     
    23.3.3.13 Art. 25. Risoluzione del contratto per mancato rispetto dei termini
    Al comma 2 si dice
    L’eventuale ritardo imputabile all’appaltatore nel rispetto dei termini per l’ultimazione dei lavori superiore a 60 (sessanta) giorni naturali consecutivi produce la risoluzione del contratto, a discrezione della Stazione appaltante e senza obbligo di ulteriore motivazione.  
     
    Q1: con quali tempi e modi è formulata la comunicazione di tale eventualità?
    Q2: è previsto un grace period?
    Q3: è prevista la facoltà di porre rimedio?
     
    Al comma 11. Si dice
    In caso di vizi, difetti o difformità dei materiali e/o del lavoro appaltato che rendano l'opera inadatta alla sua destinazione, la Stazione appaltante, tramite il Direttore Tecnico, ha diritto di chiedere la risoluzione del contratto salvo il risarcimento del danno
     
    Q1: si chiede a questa stazione appaltante se può essere esplicitata la locuzione “opera inadatta alla sua destinazione” indicando se possibile i motivi che la rendono inadatta?
     
    23.3.9.1 Art. 53. Subappalto
       Fatto salvo quanto previsto dal comma 5, del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii.., l'eventuale subappalto non può superare la quota del 30 per cento dell'importo complessivo del contratto
     
    Q1: è possibile prevedere il limite del subappalto al 40% come previsto all'art. 105 del Codice Appalti dopo il decreto Sblocca Cantieri?
     
    Art. 6 ‐ Termini di esecuzione ‐ penali
    Al comma1 si dice
    I lavori saranno consegnati entro 45 giorni dalla stipula del presente contratto.
     
    Q1: il termine di esecuzione dei lavori è di 250 giorni, si prega di confermare tale informazione
    Q2: lo schema di contratto allegato agli atti di gara sembra non essere coerente con le richieste del disciplinate e del capitolato speciale è possibile avere- quanto prima-  lo “schema di contratto” che verrebbe sottoscritto in caso di aggiudicazione?
    Q3: Si richiede, inoltre, alla Stazione Appaltante di indicare l’ordine di prevalenza dei documenti di gara e contrattuali in caso di aggiudicazione
     


    RISPOSTA: Nell’allegato progettuale R.23 Capitolato d’Appalto al Par. “23.3.2.2 Art. 7. Documenti che fanno parte del contratto”- punto 2)-  si stabilisce che sono contrattualmente tutte le leggi e le norme vigenti in materia di lavori pubblici. Pertanto, in merito alla procedura di accettazione si faccia riferimento, per quanto non dettagliato nel predetto Capitolato, a quanto disposto dall’art. 6  del D.M. (MIT) n° 49 del 07.03.2018;
    23.3.3.13 Art. 25. Risoluzione del contratto per mancato rispetto dei termini Al comma 2 si dice L’eventuale ritardo imputabile all’appaltatore nel rispetto dei termini per l’ultimazione dei lavori superiore a 60 (sessanta) giorni naturali consecutivi produce la risoluzione del contratto, a discrezione della Stazione appaltante e senza obbligo di ulteriore motivazione.  
    Q1: con quali tempi e modi è formulata la comunicazione di tale eventualità?
    Q2: è previsto un grace period?
    Q3: è prevista la facoltà di porre rimedio?  
    RISPOSTA: Analogamente a quanto risposto al precedente quesito di chiarisce, in merito alla procedura di risoluzione del contratto, che si fa riferimento, per quanto non dettagliato nel predetto Capitolato, a quanto disposto dall’art. 6  del D.M. (MIT) n° 49 del 07.03.2018;
     Al comma 11. Si dice In caso di vizi, difetti o difformità dei materiali e/o del lavoro appaltato che rendano l'opera inadatta alla sua destinazione, la Stazione appaltante, tramite il Direttore Tecnico, ha diritto di chiedere la risoluzione del contratto salvo il risarcimento del danno  
     Q1: si chiede a questa stazione appaltante se può essere esplicitata la locuzione “opera inadatta alla sua destinazione” indicando se possibile i motivi che la rendono inadatta?  
    RISPOSTA: per opera “inadatta alla sua destinazione” si intende, nella locuzione generale , le che” difformità o i vizi dell’opera sono tali da renderla del tutto inadatta alla sua destinazione, 
     23.3.9.1 Art. 53. Subappalto    
    Fatto salvo quanto previsto dal comma 5, del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii.., l'eventuale subappalto non può superare la quota del 30 per cento dell'importo complessivo del contratto  
     Q1: è possibile prevedere il limite del subappalto al 40% come previsto all'art. 205 del Codice Appalti dopo il decreto Sblocca Cantieri?
    RISPOSTA: rimane confermato quanto stabilito al p. 23.3.9.1 , punto 1, lettera b) del Capitolato d’appalto. (eventuale subappalto  non  può  superare  la  quota  del  30  per  cento  dell'importo  complessivo  del contratto). 
    Art. 6 ‐ Termini di esecuzione ‐ penali Al comma1 si dice I lavori saranno consegnati entro 45 giorni dalla stipula del presente contratto.  
    Q1: il termine di esecuzione dei lavori è di 250 giorni, si prega di confermare tale informazione ;
    RISPOSTA: Al par. 23.3.3.6 Art. 18. Termini per l'ultimazione dei lavori-punto 1- è stabilito    tempo   utile   per   ultimare   tutti   i   lavori   compresi   nell’appalto   è   fissato   in   giorni   250 (duecentocinquanta) naturali consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori.
    Q2: lo schema di contratto allegato agli atti di gara sembra non essere coerente con le richieste del disciplinate e del capitolato speciale è possibile avere- quanto prima-  lo “schema di contratto” che verrebbe sottoscritto in caso di aggiudicazione?
    Lo schema di contratto essendo appunto uno schema è attinente alle indicazioni del “Regolamente”. In esso è esplicitamente indicato che quale documento contrattualmente vincolante il progetto esecutivo di cui è parte il “Capitolato Speciale d’Appalto” .Tale  elaborato così richiamato ,pertanto, costituisce parte formale che sostanziale del contratto .
     Q3: Si richiede, inoltre, alla Stazione Appaltante di indicare l’ordine di prevalenza dei documenti di gara e contrattuali in caso di aggiudicazione  
    RISPOSTA: si fa riferimento quale chiarimento a quanto richiesto a quanto esplicitamente stabilito  al  n° “23.3.2 Capo 2. Disciplina contrattuale” ai Paragrafi:
    - 23.3.2.1 Art. 6. Interpretazione del contratto e del capitolato speciale d'appalto
    - 23.3.2.2 Art. 7. Documenti che fanno parte del contratto

    25/09/2020 12:09
  4. 24/09/2020 11:58 - buongiorno, 
    con la presente siamo a richiedere proroga dei termini di scadenza offerta Sicurezza e ambiente nella “Terra dei Fuochi”: Infrastrutture per videosorveglianza e monitoraggio ambiente aree ASI Caserta di almeno 15 giorni in modo da consentire alle imprese una corretta elaborazione e formulazione dell’offerta tecnica.

    cordiali saluti


    si vedano le le motivazioni di diniego poste in risposta alle precedenti richieste di  chiarimenti nn° 8, 9 e 10, anch’esse pubblicate sulla Piattaforma ASMEPAL.
    25/09/2020 12:10
  5. 23/09/2020 16:08 - In merito al pagamento dell’imposta di bollo si richiede il Vs. codice Ufficio o Ente da inserire sul modello F23 (Punto 6.)

    Il codice ufficio da inserire è : TEJ.

     
    12/11/2020 15:28
  6. 22/09/2020 09:41 - Spett.le CONSORZIO A.S.I. DI CASERTA,
    con riferimento all'offerta tecnica, in merito all'elemento di valutazione a6 indicato nel disciplinare nella tabella degli elementi quantitativi, chiediamo di fornire indicazione in merito al numero di pagine richieste e relativi criteri premianti.

    In relazione alla complessità progettuale della gara e vista la necessità di fare sopralluoghi necessari ad individuare soluzioni migliorative, sia per quanto riguarda la parte di videosorveglianza, la parte di illuminazione pubblica, e di conseguenza elaborare le soluzioni progettuali finalizzate alla risposta tecnica/economica, si chiede una proroga della scadenza della gara di almeno tre settimane lavorative.

    Ringraziando anticipatamente per la cortese attenzione, porgiamo distinti saluti


    RISPOSTA : si vadano le risposte alle richieste di  chiarimenti nn° 5  e 8 già pubblicate sulla Piattaforma ASMEPAL per l’elemento di valutazione a.6.
    Analogamente per la richiesta di proroga si vede le motivazioni di diniego poste in risposta alle precedenti richieste di  chiarimenti nn° 8  e 9, anch’esse pubblicate sulla Piattaforma ASMEPAL
    12/11/2020 15:29
  7. 17/09/2020 13:08 - Par. 4.1 Pag. 9/31 del documento "DISCIPLINARE DI GARA"
    Con riferimento ai Criteri di Valutazione, Sub Criterio a.6, si chiede di chiarire che tipo di relazione deve essere presentata e come deve essere costituita (pagine della relazione descrittiva e degli elaborati grafici) poichè nel Disciplinare non è riportato il corrispondente elemento a.6 di dettaglio
    Par. 4.1 Pag. 9/31 del documento "DISCIPLINARE DI GARA"
    Con riferimento ai Criteri di Valutazione, Sub Criterio b.1, si chiede di chiarire cosa si intende per "Monitoraggio in tempo reale delle aree video-sorvegliate da monitor"
    Documento n. I&C-ASI01/D/19/060 - Elaborato R20 Schede Analisi Prezzi.
    Si chiede gentilmente di fornire le singole schede di analisi prezzo non allegate al documento sopra citato.
    Documento R19 Elenco Prezzi Unitari - NP038
    L'elemento indicato identifica un UPS 20KVA con autonomia 10 minuti ed in totale è richiesto n. 1 sistema UPS all'interno del Progetto. Si fa notare come in tutte le tavole di Progetto "NVR CENTRO STELLA LOCALE DI AGGLOMERATO" (T-AV-00 FEC00; T-CE-00 FEC00; T-MR-00 FEC00) è presente un UPS da Rack che NON è identificato nell'EPU e nel CME mentre NON è presente l'UPS nella tavola T-PS-00 FEC CENTRO SERVER NVR e CENTRALE OPERATIVA ma poi evidenziato nella Relazione Generale e nell'Elaborato ASI-01 (Ristrutturazione Locali Sede Centrale). Si chiede di confermare che il numero di UPS è quello identificato a CME (1), confermare il posizionamento come da elaborato ASI-01 e confermare la configurazione tipo tower indicata in figura. Si chiede infine di specificarne il tipo di alimentazione ingresso/uscita (monofase/trifase).
    Relativamente alle tre tavole di cui sopra (T-AV-00 FEC00; T-CE-00 FEC00; T-MR-00 FEC00), si chiede conferma del fatto che gli UPS identificati, non essendo presenti a CME e EPU, non sono oggetto di fornitura. Si chiede infine verifica per le tavole di progetto relative agli schemi unifilari dove è presente sempre una partenza UPS.
    Elaborato R14 - Piano di Manutenzione - Par. 14.4 Pag. 14-7 e Disciplinare di Gara Pag. 10/31
    In questo documento è indicato che il piano di manutenzione deve coprire l'intera durata del periodo di garanzia che deve essere di 36 mesi dalla data del collaudo. Nel Disciplinare di Gara si evince invece dalla griglia di valutazione ("Numero di anni superiore al secondo.....") che sia la garanzia che la manutenzione base è di 24 mesi e che saranno premiate estensioni fino a max 5 anni complessivi. Si chiede di chiarire se la manutenzione/garanzia base sia di 24 mesi e i possibili 36 mesi aggiuntivi sono da considerarsi migliorativi
    Elaborato R 04 - Elaborato R 04 - Relazione Tecnica degli Impianti - Videosorveglianza 1.5 - Par. 4.5.7.2 Pag. 4-44
    In merito alla PIATTAFORMA SW DI GESTIONE TARGHE "è richiesta la dimostrazione che con la soluzione proposta siano stati realizzati almeno 3 impianti completamente funzionanti e in esercizio da almeno un anno". Si chiede se è possibile fornire una autodichiarazione del Produttore che attesti la realizzione degli impianti di cui sopra, non essendo tale dimostrazione citata tra i documenti da fornire come allegati all'Offerta Tecnica.


    Par. 4.1 Pag. 9/31 del documento "DISCIPLINARE DI GARA" Con riferimento ai Criteri di Valutazione, Sub Criterio a.6, si chiede di chiarire che tipo di relazione deve essere presentata e come deve essere costituita (pagine della relazione descrittiva e degli elaborati grafici) poichè nel Disciplinare non è riportato il corrispondente elemento a.6 di dettaglio Par. 4.1 Pag. 9/31 del documento "DISCIPLINARE DI GARA";
    RISPOSTA: In relazione a quanto richiesto relativamente al punto “a.6” si chiarisce che lo stesso debba essere trattato con le stesse modalità esposte per il precedente p. “a.2” – Par. 4.1 pagina 10/31;

    Con riferimento ai Criteri di Valutazione, Sub Criterio b.1, si chiede di chiarire cosa si intende per "Monitoraggio in tempo reale delle aree video-sorvegliate da monitor"
    RISPOSTA: Si riscontra chiarendo che bisogna descrivere il sistema di gestione delle immagini.

    Documento n. I&C-ASI01/D/19/060 - Elaborato R20 Schede Analisi Prezzi. Si chiede gentilmente di fornire le singole schede di analisi prezzo non allegate al documento sopra citato.
    RISPOSTA: Si allega il documento richiesto,  completo delle schede di analisi mancanti , che sostituisce quello precedentemente pubblicato

    Documento R19 Elenco Prezzi Unitari - NP038 L'elemento indicato identifica un UPS 20KVA con autonomia 10 minuti ed in totale è richiesto n. 1 sistema UPS all'interno del Progetto. Si fa notare come in tutte le tavole di Progetto "NVR CENTRO STELLA LOCALE DI AGGLOMERATO" (T-AV-00 FEC00; T-CE-00 FEC00; T-MR-00 FEC00) è presente un UPS da Rack che NON è identificato nell'EPU e nel CME mentre NON è presente l'UPS nella tavola T-PS-00 FEC CENTRO SERVER NVR e CENTRALE OPERATIVA ma poi evidenziato nella Relazione Generale e nell'Elaborato ASI-01 (Ristrutturazione Locali Sede Centrale). Si chiede di confermare che il numero di UPS è quello identificato a CME (1), confermare il posizionamento come da elaborato ASI-01 e confermare la configurazione tipo tower indicata in figura. Si chiede infine di specificarne il tipo di alimentazione ingresso/uscita (monofase/trifase). Relativamente alle tre tavole di cui sopra (T-AV-00 FEC00; T-CE-00 FEC00; T-MR-00 FEC00), si chiede conferma del fatto che gli UPS identificati, non essendo presenti a CME e EPU, non sono oggetto di fornitura. Si chiede infine verifica per le tavole di progetto relative agli schemi unifilari dove è presente sempre una partenza UPS;
    RISPOSTA: Si rimanda alla nota del progettista allegata e parte integrante della presente

    Elaborato R14 - Piano di Manutenzione - Par. 14.4 Pag. 14-7 e Disciplinare di Gara Pag. 10/31 In questo documento è indicato che il piano di manutenzione deve coprire l'intera durata del periodo di garanzia che deve essere di 36 mesi dalla data del collaudo. Nel Disciplinare di Gara si evince invece dalla griglia di valutazione ("Numero di anni superiore al secondo.....") che sia la garanzia che la manutenzione base è di 24 mesi e che saranno premiate estensioni fino a max 5 anni complessivi. Si chiede di chiarire se la manutenzione/garanzia base sia di 24 mesi e i possibili 36 mesi aggiuntivi sono da considerarsi migliorativi
    RISPOSTA:  Si tratta di un refuso del disciplinare . Pertanto si specifica che gli ani di manutenzione da considerare non sono superiori al secondo anno ma al terzo anno.


    Elaborato R 04 - Elaborato R 04 - Relazione Tecnica degli Impianti - Videosorveglianza 1.5 - Par. 4.5.7.2 Pag. 4-44 In merito alla PIATTAFORMA SW DI GESTIONE TARGHE "è richiesta la dimostrazione che con la soluzione proposta siano stati realizzati almeno 3 impianti completamente funzionanti e in esercizio da almeno un anno". Si chiede se è possibile fornire una autodichiarazione del Produttore che attesti la realizzione degli impianti di cui sopra, non essendo tale dimostrazione citata tra i documenti da fornire come allegati all'Offerta Tecnica.
    RISPOSTA: A tal proposito, ai fini della gara,  si ritiene sufficiente la  autodichiarazione – Salvo verifica successiva.
    12/11/2020 15:29
  8. 16/09/2020 13:58 - La categoria OG1 richiesta dal bando può essere interamente subappaltata?

    Si, ai sensi dell’art.105 del D.Lgs.n.50/2016
    12/11/2020 15:29
  9. 16/09/2020 13:57 - una impresa in possesso della categoria SOA OG11 cl. II  può partecipare alla gara per la categoria SOA OS30 cl.II?

    Vale quanto specificato all’art.79 comma 16 del D.P.R.207/2010 “L’impresa qualificata nella categoria OG 11 può eseguire i lavori in ciascuna delle categorie OS 3, OS 28 e OS 30 per la classifica corrispondente a quella posseduta. I certificati di esecuzione dei lavori relativi alla categoria OG 11 indicano, oltre all’importo complessivo dei lavori riferito alla categoria OG 11, anche gli importi dei lavori riferiti a ciascuna delle suddette categorie di opere specializzate e sono utilizzati unicamente per la qualificazione nella categoria OG 11.”
    12/11/2020 15:29
  10. 14/09/2020 11:50 - Buongiorno,

    con la presente si chiede conferma se sia sufficiente presentare dichiarazione di sopralluogo autonomo per la partecipazione alla procedura in oggetto. Si chiede inoltre dove reperire gli atti progettuali ed eventuali documenti tecnici.
    In attesa di vostro gentile riscontro, si porgono distinti saluti.


    Si risponde positivamente al primo quesito. I documenti sono disponibili in piattaforma.
    12/11/2020 15:30
  11. 15/09/2020 12:07 - Una Società in possesso delle categorie SOA indicate nel bando (OS19-OS30-OG1), deve comuqnue possedere anche le categorie richieste nella capacità tecnica punto 3.2.3 lettera a) del disciplinare (OG3-OG12-OG10)? Requisiti di ordine speciale (capacità tecnica).
    Ringraziamo anticipatamente per i chiarimenti, distinti saluti


    Le categorie per le quali è necessario presentare attestazione SOA sono quelle di cui al punto 2.2.1 lettera a) del disciplinare di gara.
    12/11/2020 15:30
  12. 15/09/2020 12:34 - Buongiorno,
    con la presente, vista l’importanza del progetto da realizzare, si chiede a codesto Spettabile Ente, la proroga dei termini di scadenza della Gara in oggetto.
    In attesa si porgono distinti saluti


    La procedura è stata indetta coerentemente con le tempistiche dettate ai sensi del combinato disposto dell’art.60, comma 1 ed art.36, comma 9 del Codice degli Appalti (18 giorni). Considerata l’urgenza di aggiudicare l’appalto, vista l’approssimarsi della scadenza del finanziamento per l’esecuzione del lavoro oggetto della presente procedura non è possibile consentire una proroga dei termini.
    12/11/2020 15:30
  13. 16/09/2020 09:36 - Buongiorno,
    si chiede di confermare che in caso di ricorso al subappalto, non sia obbligatorio indicare la terna di subappaltatori.


    Si conferma. Con l’aggiornamento del Codice dello scorso anno non è più necessario indicare la terna.
    12/11/2020 15:30
  14. 16/09/2020 13:52 - In riferimento ai criteri di valutazione tecnica, tabella a pagina 10/31 del Disciplinare di Gara, si chiede di chiarire le modalità di illustrazione del punto a.6 Caratteristiche e soluzioni dell’impianto di pubblica illuminazione e degli impianti e sistemi Connessi, per il quale non sono indicati il numero di pagine della relazione tecnica da produrre e il numero di elaborati grafici da allegare. 

    In riferimento ai criteri di valutazione tecnica, tabella a pagina 10/31 del Disciplinare di Gara, il criterio c.1 “Numero di anni superiore al secondo per manutenzione impianti e sistemi di progetto in caso di mancato funzionamento e manutenzione programmata come previsto nel Capitolato d’Appalto Tecnico (max 5 anni complessivi)” e il criterio D “Numero di anni superiore al secondo per manutenzione in caso di mancato funzionamento e manutenzione programmata come previsto nel Capitola d’Appalto Tecnico”, risultano essere simili o comunque avere lo stesso oggetto di valutazione tecnica. Si richiede pertanto di chiarire le differenze e definire le modalità di attribuzione del punteggio per entrambi i criteri. 

    In riferimento alla redazione dell’offerta tecnica, non sono indicati per le relazioni tecniche la formattazione del file di testo (esempio Font da utilizzare, interlinea, grandezza del font, margini, etc.). Inoltre non vien chiarito cosa si intende per formato standard di elaborato grafico. Si chiede pertato di chiarire le modalità di redazione dell’offerta tecnica. 

    In virtù dei quesiti sovraesposti, necessari per poter strutturare l’offerta tecnica, vista anche la complessità del progetto di gara, al fine di poter concedere ai vari partecipanti le informazioni necessarie alla redazione dell’offerta tecnica, si chiede una proroga dei termini di presentazione della gara, di almeno due settimane.


    In riferimento ai criteri di valutazione tecnica, tabella a pagina 10/31 del Disciplinare di Gara, si chiede di chiarire le modalità di illustrazione del punto a.6 Caratteristiche e soluzioni dell’impianto di pubblica illuminazione e degli impianti e sistemi Connessi,
    RISPOSTA:
    SI VEDA  RISPOSTE A CHIARIMENTO n° 8

    In riferimento ai criteri di valutazione tecnica, tabella a pagina 10/31 del Disciplinare di Gara, il criterio c.1 “Numero di anni superiore al secondo per manutenzione impianti e sistemi di progetto in caso di mancato funzionamento e manutenzione programmata come previsto nel Capitolato d’Appalto Tecnico (max 5 anni complessivi)” e il criterio D “Numero di anni superiore al secondo per manutenzione in caso di mancato funzionamento e manutenzione programmata come previsto nel Capitola d’Appalto Tecnico”, risultano essere simili o comunque avere lo stesso oggetto di valutazione tecnica. Si richiede pertanto di chiarire le differenze e definire le modalità di attribuzione del punteggio per entrambi i criteri.
    RISPOSTA:
    - criterio c.1 : si fa riferimento a quanto dettagliato nell’apposita illustrazione di tale criterio alla pg. 11/31 del Disciplinare di Gara. Si ritiene comunque di evidenziare che tale punto deve essere riferito alla manutenzione da operarsi in condizione di esercizio impianti.
    -criterio D: si fa riferimento a quanto dettagliato nell’apposita illustrazione di tale criterio D  alla pg. 11/31 del Disciplinare di Gara. Si ritiene comunque di evidenziare che tale punto deve essere riferito alla manutenzione da operarsi in condizione di mancato funzionamento e manutenzione programmata impianti.
    Pertanto i relativi punteggi saranno attribuiti valutando le condizioni sopra indicate.

    In riferimento alla redazione dell’offerta tecnica, non sono indicati per le relazioni tecniche la formattazione del file di testo (esempio Font da utilizzare, interlinea, grandezza del font, margini, etc.). Inoltre non vien chiarito cosa si intende per formato standard di elaborato grafico. Si chiede pertato di chiarire le modalità di redazione dell’offerta tecnica. 
    RISPOSTA:
    Il disciplinare di gara non pone vincoli alla formattazione dei file di testo ne sul formato standards da utilizzare. Relativamente ai formati standards il riferimento è quello dello standard internazionale del formato carta ISO 216. 
    Si consiglia comunque di utilizzare per la redazione dall’ offerta tecnica il formato A4 per le relazioni (formati di testo) e da A3 a A0 per i grafici.

    Si chiede una proroga dei termini di presentazione della gara, di almeno due settimane.
    RISPOSTA:
    Si veda  quanto risposto per il chiarimento n° 3.  Pertanto non viene concessa alcuna proroga in base alle motivazioni proposte nel quesito n° 5.
     
    12/11/2020 15:31

Registrati o Accedi Per partecipare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk
Per supporto alle Stazioni Appaltanti:
piattaforma@asmel.eu
800165654 int.2

Per supporto agli Operatori Economici:
(+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 17:30

Piattaforma Gare Associazione ASMEL by STUDIO AMICA SRL

Via Carlo Cattaneo, 9 Gallarate (VA)
Email: piattaforma@asmel.eu