DETTAGLI GARA - ID 24

Stato: Pubblicazione


Registrati o Accedi per partecipare

Stazione appaltanteASMEL ASSOCIAZIONE
Ente committenteComune di Vico del Gargano
ProceduraAperta
CriterioQualità Prezzo
OggettoForniture
POR Puglia 2014/2020. Asse VI - Az. 6.7 "Interventi per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale". "Community Library, Biblioteca di Comunità: essenza di territorio, innovazione, comprensione nel segno del libro e della conoscenza". Affidamento della fornitura e montaggio degli arredi necessari per la biblioteca tramite procedura aperta attraverso la piattaforma telematica : piattaforma.asmel.eu
CIG7723068D51
CUPF63I18000110006
Totale appalto€ 390.954,80
Data pubblicazione07/12/2018 Termine richieste chiarimentiGiovedi - 31 Gennaio 2019 - 10:00
Scadenza presentazione offerteMartedi - 12 Febbraio 2019 - 12:00 Apertura delle offerteMartedi - 19 Febbraio 2019 - 10:00
Categorie
  • 39155 - Arredi per biblioteca
Breve descrizionePOR Puglia 2014/2020. Asse VI - Az. 6.7 "Interventi per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale". "Community Library, Biblioteca di Comunità: essenza di territorio, innovazione, comprensione nel segno del libro e della conoscenza".affidamento della fornitura e montaggio degli arredi necessari per la biblioteca tramite procedura aperta attraverso la piattaforma telematica : piattaforma.asmel.eu. L'appalto ha per oggetto la fornitura e posa in opera, in un unico lotto, di scaffalature, mobili e complementi di arredo necessari per il completamento e ampliamento degli spazi destinati ai servizi della Biblioteca di Vico del Gargano.
Alle ditte concorrenti si richiede inoltre di fornire il dettaglio del posizionamento degli arredi dei locali di cui si allega planimetria, con l’indicazione degli arredi necessari.
Gli arredi oggetto dell’appalto dovranno essere forniti nei quantitativi e secondo le caratteristiche tecnico-funzionalidi cui all’allegato “A” al presente capitolato speciale, installati presso i locali della Biblioteca secondo i posizionamenti presentati dalle ditte e in base alle destinazioni tecnico-funzionali dei locali in questione.
Gli arredi forniti dovranno inoltre seguire linee di omogeneità estetica con l’intero ambiente e rispecchiare la “filosofia” dell’intervento. In tal senso la biblioteca sarà fornita di scaffali aperti e accessibili direttamente dall’utenza. Di conseguenza la scaffalatura sarà modulare ed ergonomica, di linea moderna ed distribuita in modo friendly, con possibilità di personalizzare sia il fronte degli scaffali che le pareti laterali delle scaffalature. Nelle sale si previlegeranno esclusivamente sedute comode, poltroncine e divanetti per consentire una lettura meno compassata.
Farà eccezione la parte destinata ad ospitare il fondo Manicone e il fondo Delli Muti, i cui materiali sono destinati alla tutela, per cui vengono richieste soluzioni in grado di garantire la protezione dei beni librari
Una particolare attenzione sarà rivolta all’area d’ingresso e all’area bambini con arredi adeguati all’età, con materiali atossici certificati, accoglienti nella distribuzione negli spazi, nei colori e nelle forme. Sono privilegiati salottini, poltroncine e simili, tappeti ed arredi per la cura dei neonati.
Struttura proponenteComune di Vico del Gargano (FG) Settore V-LL.PP.
Responsabile del servizioArch.Michele LONGOResponsabile del procedimentoLongo Michele
Allegati
XML Richiesta DGUE
File pdf disciplinare-di-gara-lotto-3.1-arredi-vico - 386.01 kB
15/12/2018 17:46
File pdf bando-di-gara-comunit-europea - 270.24 kB
15/12/2018 17:46
File pdf elenco-a-arredi-lotto-3.1 - 80.26 kB
15/12/2018 17:46
File pdf elenco-b-arredi-lotto-3.1 - 143.91 kB
15/12/2018 17:46
File pdf tav-2-stato-di-fatto-planimetrie - 1.14 MB
15/12/2018 17:46
File pdf tav-2.1-stato-di-fatto-prosp-sezioni - 1.13 MB
15/12/2018 17:46
File pdf capitolato-lotto-3.1 - 82.39 kB
15/12/2018 17:46
File pdf domanda-di-ammissione-lotto-3.1-arredi-vico - 73.36 kB
15/12/2018 17:49
File pdf modello-dgue - 157.24 kB
15/12/2018 17:54
File pdf avviso-errata-corrige-biblioteca-vico - 101.81 kB
28/12/2018 12:13

Chiarimenti

  1. 08/01/2019 18:56 - In riferimento alla gara in oggetto, come da allegato chiediamo chiarimenti.


    Cordiali Saluti
    Ufficioenonsolo s.r.l.s.


    Non sono stati scientemente individuati criteri oggettivi predeterminati per valutare la qualità dei materiali offerti per evitare di precludere ai concorrenti la possibilità di proporre materiali e tecnologie innovative ed, allo stesso tempo, non appiattire e mortificare la valutazione tecnica ed aggiudicare la gara con riferimento al solo prezzo offerto. Sarà la commissione a valutare, confrontando le offerte, la migliore qualità dei materiali che saranno offerti dai concorrenti.
    Circa il secondo aspetto occorre rilevare, come implicitamente rilevabile dalle disposizioni pubblicate, che sono ammesse tutte quelle varianti, qualitative e quantitative, che saranno ritenute utili dalla commissione per soddisfare maggiormente i bisogni che l’Amministrazione intende soddisfare attraverso la gara.
     
     
    09/01/2019 10:30
  2. 10/01/2019 17:34 - Buonasera,

    I requisiti di capacità tecnica e professionale di ammissione alla procedura prevedono l'esecuzione nell'ultimo triennio di una fornitura analoga di importo minimo pari a € 400.000. Questa previsione, oltre ad apparire sproporzionata rispetto ai requisiti di capacità economica e finanziara (aver conseguito un fatturato medio annuo riferito agli ultimi tre esercizi finanziari disponibili non inferiore a € 400.000, quindi dello stesso importo) limita la partecipazione a pochissime aziende nel settore, impedendo di fatto una partecipazione concorrenziale a tutto vantaggio della S.A.
    Si chiede quindi di rivedere le previsioni dei requisiti di capacità tecnica e professionale e di fornire chiarimenti su cosa si intenda per "fornitura analoga".
    Grazie


    Il requisito previsto, oltre ad essere in linea con quanto stabilito in merito dall’art. 83 del D.Lgs. n. 50/2016, è funzionale ad assicurare che il fornitore prescelto sia in grado di rispettare gli obblighi contrattuali per aver già svolto commesse di analogo importo.
    La partecipazione sarà ampia e qualificata

     
    11/01/2019 15:46
  3. 12/01/2019 12:11 -
    Buongiorno,
    Con riferimento ai requisiti di Capacità Tecnica e Professionale, questa Amministrazione chiede che il concorrente abbia eseguito nell’ultimo triennio una fornitura analoga di importo minimo pari ad euro 400.000,00.
    Al successivo punto 7.4 si legge che ”Il requisito di cui al precedente punto 7.3 lett.g) deve essere posseduto per intero dalla mandataria. Nell’ipotesi di raggruppamento temporaneo orizzontale il requisito di cui al precedente punto 7.3 lett.g) deve essere posseduto sia dalla mandataria sia dalle mandanti. Detto requisito deve essere posseduto in misura maggioritaria dalla mandataria. Nell’ipotesi di ragguppamento temporaneo verticale il requisito deve essere posseduto dalla mandataria.”
    Detta disposizione disciplinare tuttavia non è di chiara identificazione, atteso che da un lato parrebbe prevedere la infrazionabilità del requisito che deve essere posseduto necessariamente dalla mandataria, dall’altro nel caso di ATI orizzontale parrebbe consentire la frazionabilità nello stesso con l’unico obbligo che la mandataria dovrà possederlo in maniera maggioritaria.
    Si chiedono chiarimenti in merito.


    Il requisito di cui al precedente punto 7.3 lett.g) deve essere posseduto, in caso di ATI orizzontale, cumulutivamente e comunque la capogruppo  deve possedere il requisito in misura maggioritaria
    13/01/2019 09:11
  4. 12/01/2019 12:08 - Buongiorno,

    Con riferimento ai requisiti di Capacità Tecnica e Professionale, questa Amministrazione chiede che il concorrente abbia eseguito nell’ultimo triennio una fornitura analoga di importo minimo pari ad euro 400.000,00.
    Al successivo punto 7.4 si legge che ”Il requisito di cui al precedente punto 7.3 lett.g) deve essere posseduto per intero dalla mandataria. Nell’ipotesi di raggruppamento temporaneo orizzontale il requisito di cui al precedente punto 7.3 lett.g) deve essere posseduto sia dalla mandataria sia dalle mandanti. Detto requisito deve essere posseduto in misura maggioritaria dalla mandataria. Nell’ipotesi di ragguppamento temporaneo verticale il requisito deve essere posseduto dalla mandataria.”
    Detta disposizione disciplinare tuttavia non è di chiara identificazione, atteso che da un lato parrebbe prevedere la infrazionabilità del requisito che deve essere posseduto necessariamente dalla mandataria, dall’altro nel caso di ATI orizzontale parrebbe consentire la frazionabilità nello stesso con l’unico obbligo che la mandataria dovrà possederlo in maniera maggioritaria.
    Si chiedono chiarimenti in merito.
     


    Il requisito di cui al precedente punto 7.3 lett.g) deve essere posseduto, in caso di ATI orizzontale, cumulutivamente e comunque la capogruppo  deve possedere il requisito in misura maggioritaria
    13/01/2019 09:11

Registrati o Accedi per chiedere chiarimenti

TuttoGare

Norme tecniche di utilizzo | Policy Privacy | Help Desk piattaforma@asmel.eu - 800165654 - Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

ASMEL ASSOCIAZIONE

Via Carlo Cattaneo, 9 Gallarate (VA)
- Email: piattaforma@asmel.eu - PEC: noreply@asmepec.it

ASMEPAL

Centro Direzionale, Isola G/8 80143 NAPOLI
Tel: 08119488836
Email: info@asmepal.it – PEC: asmepal@asmepec.it