Gara - ID 3490

Stato: Pubblicazione


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante Comune di San Giorgio a Cremano
ProceduraAperta
CriterioMinor prezzo
OggettoServizi
Servizio, biennale di smaltimento/riciclo dei rifiuti biodegradabili (CER 20.01.08 e CER 20.02.01) provenienti dalla raccolta differenziata della Città di San Giorgio a Cremano (NA).

 
CIG8696864F32
CUP
Totale appalto€ 2.036.290,00
Data pubblicazione 30/08/2021 Termine richieste chiarimenti Giovedi - 23 Settembre 2021 - 12:00
Scadenza presentazione offerteMercoledi - 29 Settembre 2021 - 12:00 Apertura delle offerteMercoledi - 06 Ottobre 2021 - 10:00
Categorie merceologiche
  • 90513 - Servizi di trattamento e smaltimento di rifiuti urbani e domestici non pericolosi
DescrizioneL’oggetto dell’appalto è il servizio, biennale, di smaltimento, trattamento e recupero, dei rifiuti urbani organici e biodegradabili con codice CER:
• 20.01.08 "Rifiuti biodegradabili di cucine e mense";
• 20.02.01 "Rifiuti biodegradabili prodotti da giardini e parchi";
secondo i quantitativi stimati come segue:
• CER 20.01.08 circa 4.300 ton./anno con circa 360 ton./mese;
• CER 20.02.01 circa 10 ton./anno con circa 0,85 ton./mese.
Tali quantitativi, desunti dalla produzione storica, devono intendersi solo presuntivi e sono suscettibili di incremento o riduzione in funzione dell’intensificazione o meno della raccolta differenziata.
Il mancato raggiungimento dei quantitativi orientativamente indicati non comporterà alcun diritto, riconoscimento o indennizzo per l’Aggiudicatario poiché il compenso è stabilito a misura.
Il codice europeo CPV è: 90510000-5
Il conferimento dei rifiuti in questione all'impianto Aggiudicatario, raccolti nella Città di San Giorgio a Cremano con il sistema “porta a porta” sia per le utenze domestiche che quelle non domestiche, avviene per tramite la Società affidataria dei Servizi di Igiene Urbana all'uopo incaricata.
Il recupero dei rifiuti suddetti consiste nell'effettuazione di operazioni codificate come R13 e R3 ai sensi di quanto previsto dall'allegato C Parte IV del D.Lgs 152/06 e s.m.i., presso impianti in possesso di tutte le previste autorizzazioni di legge. Il trattamento prevede la cernita del materiale estraneo od impurità denominato “sovvallo", compreso il trasporto e gli oneri di smaltimento dello stesso.
La Stazione Appaltante, al fine di economizzare i costi di trasporto del materiale ed in ossequio alla direttiva europea 2006/12, ha stabilito che l'affidamento dovrà avvenire ad un Operatore Economico con l’ubicazione della propria piattaforma/impianto di conferimento compreso nel raggio massimo di 60 Km dal centro cittadino dell'Ente appaltante e servita da strade principali.
Alla presente procedura, NON potranno partecipare Operatori con impianti/piattaforme posti oltre la distanza indicata, calcolata lungo il percorso più breve dal centro cittadino (Casa Comunale della Città di San Giorgio a Cremano) per tramite il sito internet: www.google.it/maps.
Il presente servizio riveste carattere di servizio pubblico essenziale, ai sensi dell'art.1 comma 1, della legge 12 giugno 1990, n.146 e s.m.i., la cui interruzione, viola il principio del godimento dei diritti della persona, costituzionalmente tutelati.
 
Struttura proponente 4 SETTORE SERVIZIO IGIENE URBANA
Responsabile del servizio Dott. Agr. Raffaele Peluso Responsabile del procedimento Capasso VALERIA
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf capitolato-speciale-doneri-definitivo - 446.70 kB
30/08/2021
File pdf determ-09-del-12-05-21-approvazione-e-imp-spesa - 379.26 kB
30/08/2021
File pdf determ-22-del-01-06-21-apprv-modif-capitolato - 377.08 kB
30/08/2021
File pdf determ-46-del-02-08-21-approv-bando - 355.55 kB
30/08/2021
File pdf bando-di-gara - 151.63 kB
30/08/2021
File pdf disciplinare-di-gara - 409.33 kB
30/08/2021
File pdf modello-a - 123.08 kB
30/08/2021
File pdf modello-b - 133.19 kB
30/08/2021
File doc pantouflage-1 - 118.50 kB
30/08/2021
File doc protocollo-legalit-in-vigore-dal13gen2020-2 - 131.00 kB
30/08/2021
File doc patto-di-integrita - 112.00 kB
30/08/2021
File pdf modello-dgue - 1.10 MB
30/08/2021

Chiarimenti

  1. 03/09/2021 13:15 - Buongiorno,
    Con la presente si chiede di chiarire cosa si intende al punto c.2) del disciplinre di gara “di avere il possesso di un impianto; ed in particolare se risulta sufficiente anche la sola disponibilità rilasciata dall’impianto ai fini del conferimento dei rifiuti della gara in oggetto.
    Grazie
    Cordiali saluti
     


    Preliminarmente è necessario chiarire che, per “…punto c.2) del disciplinare di gara…”, di cui alla richiesta di chiarimenti pervenuta a questa Stazione Appaltante, va inteso il paragrafo 3.2 Requisiti speciali e mezzi di prova del medesimo disciplinare e, più in particolare, la lettera c) rubricata requisiti di capacità tecnica professionale punto c.2). Il possesso richiamato nella richiesta in oggetto è inerente la fattispecie prevista dall’art. 1140 del Codice Civile che stabilisce: “Il possesso è il potere sulla cosa che si manifesta in un’attività corrispondente all’esercizio della proprietà o di altro diritto reale. Si può possedere direttamente o per mezzo di altra persona, che ha la detenzione della cosa”.

    07/09/2021 13:22
  2. 07/09/2021 10:36 - Buongiorno 
    - al punto c.3) del capitolato speciale è richiesto di possedere certificazioni di qualità - rilasciate da un Organismo accreditato da un Ente unico di accreditamento firmatario degli accordi EA/MLA – secondo le seguenti specificazioni minime pertinenti ai servizi da affidare: UNI EN 14000 e UNI EN ISO 9001, in corso di validità.
    - al punto c.3) del disciplinare di gara è richiesto di possedere certificazioni di qualità - rilasciate da un Organismo accreditato da un Ente unico di accreditamento firmatario degli accordi EA/MLA - secondo le seguenti specificazioni minime pertinenti ai servizi da affidare: UNI EN 14000 , UNI EN ISO 9001 e UNI ISO 37001 in corso di validità.

    si chiede di chiarire quali certificazioni di qualita sono richieste.
     


    In riscontro al quesito formulato si specifica che le certificazioni di qualità richieste sono le seguenti: UNI EN 14000, UNI EN ISO 9001 e UNI ISO 37001 in corso di validità (TIT 3 PARAG. 3.2 LETT. C.3).
    10/09/2021 13:24
  3. 07/09/2021 17:16 - In riscontro al chiarimento del 3 settembre con il quale si rimanda alla generica definizione di possesso di cui all’art.1140 de cc, si chiede se la dichiarazione di disponibilità di un impianto all’uovo autorizzato, con la quale la società proprietaria dell’impianto si impegna (in caso di aggiudicazione) a riservare per il Periodo dell durata contrattuale lo smaltimento dei rifiuti prodotti dal comune di San Giorgio a Cremano, sia sufficiente.
     


    Come già specificato in riscontro al quesito del 03.09.2021 il requisito di capacità tecnica e professionale previsto dal disciplinare di gara è necessariamente il possesso di un impianto autorizzato che sia garantito e documentato per tutta la durata dell’appalto (TIT 3 PARAG. 3.2 LETTC.2) .
    10/09/2021 13:29

Registrati o Accedi Per partecipare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk
Per supporto alle Stazioni Appaltanti: