Gara - ID 3684

Stato: Aggiudicazione definitiva


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante Comune di San Giorgio Albanese
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
Procedura aperta ai sensi dell'art. 60 del D.Lgs. n. 50/ 2016 e s.m.i. tramite portale piattaforma.asmel.eu ATTIVO PRESSO IL COMUNE DI SAN GIORGIO ALBANESE per “TECNOLOGIE INNOVATIVE PER L’EFFICIENTAMENTO DELLA RETE DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA NEL COMUNE DI SAN GIORGIO ALBANESE (CS) - SELEZIONE DI UNA ENERGY SERVICE COMPANY (ESCo)”;
 
CIG8920331A01
CUPI99J20002100002
Totale appalto€ 942.700,00
Data pubblicazione 11/10/2021 Termine richieste chiarimenti Mercoledi - 03 Novembre 2021 - 12:00
Scadenza presentazione offerteMercoledi - 10 Novembre 2021 - 12:00 Apertura delle offerteVenerdi - 12 Novembre 2021 - 16:00
Categorie merceologiche
  • 511121 - Servizi di installazione di attrezzature di distribuzione di elettricità
DescrizioneCon l’appalto si intende efficientare l’impianto di pubblica illuminazione e dare in gestione l’intero servizio.
Struttura proponente COMUNE DI SAN GIORGIO ALBANESE
Responsabile del servizio FRANCO MANFREDI Responsabile del procedimento MANFREDI FRANCO
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf bandodisciplinare - 0.98 MB
11/10/2021
File doc all-1-domanda-di-partecipazione - 59.00 kB
11/10/2021
File doc all-2-dichiarazione-ulteriori-requisiti-art.-80 - 83.50 kB
11/10/2021
File doc all-3-autocertificazione-antimafia - 59.50 kB
11/10/2021
File docx all-4-d.g.u.e. - 82.46 kB
11/10/2021
File doc all-6-dichiarazione-di-offerta-economica - 83.50 kB
11/10/2021
File doc attestato-di-avvenuto-sopralluogo - 35.00 kB
11/10/2021
File pdf tav-1-relazione-generale - 2.87 MB
11/10/2021
File pdf tav-5-studio-di-fattibilit-ambientale - 1.30 MB
11/10/2021
File pdf tav-2-relazione-specialistica - 3.98 MB
11/10/2021
File pdf tav-6-relazione-di-calcolo-illuminiotecnico - 725.85 kB
11/10/2021
File pdf tav-3-rilievi-planimetrici - 7.02 MB
11/10/2021
File pdf tav-7-disciplinare-tecnico-prestazionale - 1.02 MB
11/10/2021
File pdf tav-4-elaborati-grafici - 940.15 kB
11/10/2021
File pdf tav-10-computo-metrico - 423.10 kB
11/10/2021
File pdf tav-9-elenco-prezzi - 421.58 kB
11/10/2021
File pdf tav-8-censimento-delle-interferenze - 735.53 kB
11/10/2021
File pdf tav-12-quadro-economico - 440.05 kB
11/10/2021
File pdf tav-13-capitolato-speciale-dappalto - 1.74 MB
11/10/2021
File pdf tav-14-piano-di-manutenzione-led-impianto - 1.18 MB
11/10/2021
File pdf psa-ultimo-da-stampare - 1.45 MB
11/10/2021
File pdf aggiudicazionedefinitiva - 564.76 kB
12/01/2022

Aggiudicazione definitiva - 86 \31/12/2021

01076340783

IMPRESA LL. PP. ING. SPEZZANO LUIGI -

Partecipanti

01076340783

IMPRESA LL. PP. ING. SPEZZANO LUIGI -

Commissione valutatrice

Atto di costituzione 66 - 16/11/2021
Nome Ruolo CV
Lamirata Salvatore Presidente
Di Martino Demetrio Componente
Pellegrini Francesco Componente

Avvisi di gara

12/01/2022Pubblicazione Esito - Procedura Aperta: Procedura aperta ai sensi dell'art. 60 del D.Lgs. n. 50/ 2016 e s.m.i. tramite portale piattaforma.asmel.eu ATTIVO PRESSO IL COMUNE DI SAN GIORGIO ALBANESE per “TECNOLOGIE INNOVATIVE PER L’EFFICIENTAMENTO D
Si comunica che è stato pubblicato l'esito per la gara in oggetto...
03/12/2021AVVISO DI SEDUTA PUBBLICA DI GARA.
CON LA PRESENTE SI COMUNICA CHE LA SEDUTA PUBBLICA DI GARA CHE DOVREBBE PORTARE ALL’APERTURA DELL’OFFERTA ECONOMICA è PREVISTA PER STASERA ALLE ORE 17:00 PRESSO IL COMUNE DI SAN GIORGIO ALBANESE (CS). Il R.U.P. Arch. Franco MANFREDI...
15/11/2021AVVISO PRIMA SEDUTA PUBBLICA DI GARA.
CON IL PRESENTE AVVISO SI COMUNICA CHE LA PRIMA SEDUTA PUBBLICA DI GARA E’ PREVISTA PER VENERDI’ PROSSIMO 19/11/2021 ALLE ORE 15:30 PRESSO LA SEDE COMUNALE IN PIAZZA MARCONI A SAN GIORGIO ALBANESE (CS). Arch. Franco MANFREDI...
12/11/2021COMUNICAZIONE RINVIO PRIMA SEDUTA DI GARA.
CON LA PRESENTE SI COMUNICA CHE LA PRIMA SEDUTA DI GARA PREVISTA  PER IL 12/11/2021 ALLE 16:00 SARA’ RINVIATA  A DATA DA DESTINARE. Arch. Franco MANFREDI...

Chiarimenti

  1. 24/10/2021 12:50 -


    Considerato che l’Amministrazione Comunale intende assicurare alla Comunità la miglior qualità esecutiva delle Opere e dei Servizi che devono essere realizzati al fine di ottenere l’efficientamento della rete di pubblica illuminazione, le risposte ai quesiti pervenuti potrebbero essere i seguenti:
    1. RISPOSTA AL QUESITO N. 1: Il bando/disciplinare, che costituisce lex specialis, espressamente vieta il ricorso all'istituto dell'avvalimento nel caso di certificazione UNI EN ISO 14001 in questione. Si ritiene pertanto che la volontà dell’amministrazione sia quella di selezionare quelle imprese che in possesso in proprio del già menzionato requisito possano garantire in misura massima la qualità dei lavori servizi e forniture.
    2. RISPOSTA AL QUESITO N. 2: Sempre interpretando la volontà dell’amministrazione ossia di selezionare quelle imprese che sono in possesso in proprio del già menzionato requisito possano garantire in misura massima la qualità dei lavori servizi e forniture. Tutte le imprese partecipanti devono sodisfare il requisito salvo diversa interpretazione della Commissione di gara;
    3. RISPOSTA AL QUESITO N. 3: La certificazione di qualità, che attesta che un’impresa svolge la propria attività almeno secondo un livello minimo di qualità, è un requisito soggettivo che deve essere posseduto da ciascuna delle singole imprese e associate in raggruppamento. Questo il principio espresso dal Consiglio di Stato, sez. III, con la sentenza n. 5695 del 19 novembre 2014.I giudici amministrativi, aderendo all’orientamento espresso dall’Avcp, hanno chiarito che la certificazione di qualità non può considerarsi in alcun modo un requisito di carattere oggettivo e, quindi, non può essere accertata mediante sommatoria dei requisiti posseduti dalle singole imprese. (Avcp, parere n. 254/2008; parere 97/2011; determinazione 2/2012; parere 206/2012). ” (v., ex plurimis, Cons. St.,sez. V, 25.7.2006, n. 4668; Cons. St., sez. V, 30.5.2005, n. 2756; Cons. St., sez. VI,13.5.2002, n. 2569; Cons. St., sez. V, 18.10.2001, n. 5517).Il consolidato orientamento di questo Consiglio è stato condiviso e ribadito, per parte sua, anche dall’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici costantemente e, ad esempio, nel parere precontenzioso n. 254 del 10.12.2008, laddove la medesima Autorità ha chiarito come nei raggruppamenti “il requisito soggettivo” in parola debba essere “posseduto da tutte le imprese chiamate a svolgere prestazioni tra loro fungibili”.
    4. RISPOSTA AL QUESITO N. 4: Il bando/disciplinare, che costituisce lex specialis, che espressamente vieta il ricorso all'istituto dell'avvalimento nel caso di certificazione CEI UNI  11352 /2014, CEI UNI ISO 14001; ISO 14064-1. 2018 in questione. Anche in questo caso si ritiene pertanto che la volontà dell’amministrazione appaltante sia quella di selezionare quelle imprese che in possesso in proprio del già menzionato requisito possano garantire in misura massima la qualità dei lavori forniture e servizi.
    5. RISPOSTA AL QUESITO N. 5: Il bando ovvero lexs pecialis, richiede tecnologie innovative, quindi ovviamente rientra.
    6. RISPOSTA AL QUESITO N. 6: Deve essere per come previsto nel lex specialis per tutti gli operatori economici partecipanti.
    7) RISPOSTA AL QUESITO N. 7: Almeno per un operatore economico se associato o aggregato o in ATI;
    8) RISPOSTA AL QUESITO N. 8: Deve essere nel territorio della stazione appaltante.
    Pertanto, considerato che alcuni dei quesiti non sono normati, ma derivante da sentenze T.A.R. e Consiglio di Stato, oltre che dalla volontà della Stazione Appaltante a voler assicurare alla Comunità l’operatore economico più qualificato possibile alla realizzazione delle opere, dei servizi e delle forniture per “TECNOLOGIE INNOVATIVE PER L’EFFICIENTAMENTO DELLA RETE DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA NEL COMUNE DI SAN GIORGIO ALBANESE (CS) - SELEZIONE DI UNA ENERGY SERVICE COMPANY (ESCo)” la Commissione di Gara che sarà composta da Funzionari/Professionisti di rinomate capacità, manterrà in base alle competenze e discrezionalità una propria indipendenza decisionale.  

    Arch. Franco MANFREDI
    08/11/2021 17:58
  2. 24/10/2021 12:46 -
    Considerato che l’Amministrazione Comunale intende assicurare alla Comunità la miglior qualità esecutiva delle Opere e dei Servizi che devono essere realizzati al fine di ottenere l’efficientamento della rete di pubblica illuminazione, le risposte ai quesiti pervenuti potrebbero essere i seguenti:
    1. RISPOSTA AL QUESITO N. 1: Il bando/disciplinare, che costituisce lex specialis, espressamente vieta il ricorso all'istituto dell'avvalimento nel caso di certificazione UNI EN ISO 14001 in questione. Si ritiene pertanto che la volontà dell’amministrazione sia quella di selezionare quelle imprese che in possesso in proprio del già menzionato requisito possano garantire in misura massima la qualità dei lavori servizi e forniture.
    2. RISPOSTA AL QUESITO N. 2: Sempre interpretando la volontà dell’amministrazione ossia di selezionare quelle imprese che sono in possesso in proprio del già menzionato requisito possano garantire in misura massima la qualità dei lavori servizi e forniture. Tutte le imprese partecipanti devono sodisfare il requisito salvo diversa interpretazione della Commissione di gara;
    3. RISPOSTA AL QUESITO N. 3: La certificazione di qualità, che attesta che un’impresa svolge la propria attività almeno secondo un livello minimo di qualità, è un requisito soggettivo che deve essere posseduto da ciascuna delle singole imprese e associate in raggruppamento. Questo il principio espresso dal Consiglio di Stato, sez. III, con la sentenza n. 5695 del 19 novembre 2014.I giudici amministrativi, aderendo all’orientamento espresso dall’Avcp, hanno chiarito che la certificazione di qualità non può considerarsi in alcun modo un requisito di carattere oggettivo e, quindi, non può essere accertata mediante sommatoria dei requisiti posseduti dalle singole imprese. (Avcp, parere n. 254/2008; parere 97/2011; determinazione 2/2012; parere 206/2012). ” (v., ex plurimis, Cons. St.,sez. V, 25.7.2006, n. 4668; Cons. St., sez. V, 30.5.2005, n. 2756; Cons. St., sez. VI,13.5.2002, n. 2569; Cons. St., sez. V, 18.10.2001, n. 5517).Il consolidato orientamento di questo Consiglio è stato condiviso e ribadito, per parte sua, anche dall’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici costantemente e, ad esempio, nel parere precontenzioso n. 254 del 10.12.2008, laddove la medesima Autorità ha chiarito come nei raggruppamenti “il requisito soggettivo” in parola debba essere “posseduto da tutte le imprese chiamate a svolgere prestazioni tra loro fungibili”.
    4. RISPOSTA AL QUESITO N. 4: Il bando/disciplinare, che costituisce lex specialis, che espressamente vieta il ricorso all'istituto dell'avvalimento nel caso di certificazione CEI UNI  11352 /2014, CEI UNI ISO 14001; ISO 14064-1. 2018 in questione. Anche in questo caso si ritiene pertanto che la volontà dell’amministrazione appaltante sia quella di selezionare quelle imprese che in possesso in proprio del già menzionato requisito possano garantire in misura massima la qualità dei lavori forniture e servizi.
    5. RISPOSTA AL QUESITO N. 5: Il bando ovvero lexs pecialis, richiede tecnologie innovative, quindi ovviamente rientra.
    6. RISPOSTA AL QUESITO N. 6: Deve essere per come previsto nel lex specialis per tutti gli operatori economici partecipanti.
    7) RISPOSTA AL QUESITO N. 7: Almeno per un operatore economico se associato o aggregato o in ATI;
    8) RISPOSTA AL QUESITO N. 8: Deve essere nel territorio della stazione appaltante.
    Pertanto, considerato che alcuni dei quesiti non sono normati, ma derivante da sentenze T.A.R. e Consiglio di Stato, oltre che dalla volontà della Stazione Appaltante a voler assicurare alla Comunità l’operatore economico più qualificato possibile alla realizzazione delle opere, dei servizi e delle forniture per “TECNOLOGIE INNOVATIVE PER L’EFFICIENTAMENTO DELLA RETE DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA NEL COMUNE DI SAN GIORGIO ALBANESE (CS) - SELEZIONE DI UNA ENERGY SERVICE COMPANY (ESCo)” la Commissione di Gara che sarà composta da Funzionari/Professionisti di rinomate capacità, manterrà in base alle competenze e discrezionalità una propria indipendenza decisionale.  

    Arch. Franco MANFREDI



    Considerato che l’Amministrazione Comunale intende assicurare alla Comunità la miglior qualità esecutiva delle Opere e dei Servizi che devono essere realizzati al fine di ottenere l’efficientamento della rete di pubblica illuminazione, le risposte ai quesiti pervenuti potrebbero essere i seguenti:
    1. RISPOSTA AL QUESITO N. 1: Il bando/disciplinare, che costituisce lex specialis, espressamente vieta il ricorso all'istituto dell'avvalimento nel caso di certificazione UNI EN ISO 14001 in questione. Si ritiene pertanto che la volontà dell’amministrazione sia quella di selezionare quelle imprese che in possesso in proprio del già menzionato requisito possano garantire in misura massima la qualità dei lavori servizi e forniture.
    2. RISPOSTA AL QUESITO N. 2: Sempre interpretando la volontà dell’amministrazione ossia di selezionare quelle imprese che sono in possesso in proprio del già menzionato requisito possano garantire in misura massima la qualità dei lavori servizi e forniture. Tutte le imprese partecipanti devono sodisfare il requisito salvo diversa interpretazione della Commissione di gara;
    3. RISPOSTA AL QUESITO N. 3: La certificazione di qualità, che attesta che un’impresa svolge la propria attività almeno secondo un livello minimo di qualità, è un requisito soggettivo che deve essere posseduto da ciascuna delle singole imprese e associate in raggruppamento. Questo il principio espresso dal Consiglio di Stato, sez. III, con la sentenza n. 5695 del 19 novembre 2014.I giudici amministrativi, aderendo all’orientamento espresso dall’Avcp, hanno chiarito che la certificazione di qualità non può considerarsi in alcun modo un requisito di carattere oggettivo e, quindi, non può essere accertata mediante sommatoria dei requisiti posseduti dalle singole imprese. (Avcp, parere n. 254/2008; parere 97/2011; determinazione 2/2012; parere 206/2012). ” (v., ex plurimis, Cons. St.,sez. V, 25.7.2006, n. 4668; Cons. St., sez. V, 30.5.2005, n. 2756; Cons. St., sez. VI,13.5.2002, n. 2569; Cons. St., sez. V, 18.10.2001, n. 5517).Il consolidato orientamento di questo Consiglio è stato condiviso e ribadito, per parte sua, anche dall’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici costantemente e, ad esempio, nel parere precontenzioso n. 254 del 10.12.2008, laddove la medesima Autorità ha chiarito come nei raggruppamenti “il requisito soggettivo” in parola debba essere “posseduto da tutte le imprese chiamate a svolgere prestazioni tra loro fungibili”.
    4. RISPOSTA AL QUESITO N. 4: Il bando/disciplinare, che costituisce lex specialis, che espressamente vieta il ricorso all'istituto dell'avvalimento nel caso di certificazione CEI UNI  11352 /2014, CEI UNI ISO 14001; ISO 14064-1. 2018 in questione. Anche in questo caso si ritiene pertanto che la volontà dell’amministrazione appaltante sia quella di selezionare quelle imprese che in possesso in proprio del già menzionato requisito possano garantire in misura massima la qualità dei lavori forniture e servizi.
    5. RISPOSTA AL QUESITO N. 5: Il bando ovvero lexs pecialis, richiede tecnologie innovative, quindi ovviamente rientra.
    6. RISPOSTA AL QUESITO N. 6: Deve essere per come previsto nel lex specialis per tutti gli operatori economici partecipanti.
    7) RISPOSTA AL QUESITO N. 7: Almeno per un operatore economico se associato o aggregato o in ATI;
    8) RISPOSTA AL QUESITO N. 8: Deve essere nel territorio della stazione appaltante.
    Pertanto, considerato che alcuni dei quesiti non sono normati, ma derivante da sentenze T.A.R. e Consiglio di Stato, oltre che dalla volontà della Stazione Appaltante a voler assicurare alla Comunità l’operatore economico più qualificato possibile alla realizzazione delle opere, dei servizi e delle forniture per “TECNOLOGIE INNOVATIVE PER L’EFFICIENTAMENTO DELLA RETE DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA NEL COMUNE DI SAN GIORGIO ALBANESE (CS) - SELEZIONE DI UNA ENERGY SERVICE COMPANY (ESCo)” la Commissione di Gara che sarà composta da Funzionari/Professionisti di rinomate capacità, manterrà in base alle competenze e discrezionalità una propria indipendenza decisionale.  

    Arch. Franco MANFREDI
     
    08/11/2021 17:58

Registrati o Accedi Per partecipare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk
Per supporto alle Stazioni Appaltanti: