Gara - ID 3710

Stato: Scaduta


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante Comune di Prossedi
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE SUSSIDIARIA DEI PROCEDIMENTI SANZIONATORI PREVISTI DAL CODICE DELLA STRADA IVI COMPRESA L’ATTIVITÀ DI RISCOSSIONE COATTIVA E LA GESTIONE DEL CONTENZIOSO, NONCHÈ LA FORNITURA MEDIANTE NOLEGGIO DEI DISPOSITIVI ELETTRONICI PER IL RILEVAMENTO DELLE VIOLAZIONI AI LIMITI MASSIMI DI VELOCITÀ IN MODALITÀ MEDIA E PUNTUALE APPROVATI DAL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E MOBILITA’ SOSTENIBILE  IN OSSEQUIO ALLE DISPOSIZIONI PREVISTE DAL CODICE DELLA STRADA.
CIG8939926451
CUP
Totale appalto€ 340.166,00
Data pubblicazione 16/10/2021 Termine richieste chiarimenti Martedi - 16 Novembre 2021 - 12:00
Scadenza presentazione offerteMartedi - 23 Novembre 2021 - 12:00 Apertura delle offerteMercoledi - 24 Novembre 2021 - 14:00
Categorie merceologiche
  • 641 - Servizi di poste e corriere
  • 642 - Servizi di telecomunicazione
  • 65 - Servizi pubblici
DescrizionePROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE SUSSIDIARIA DEI PROCEDIMENTI SANZIONATORI PREVISTI DAL CODICE DELLA STRADA IVI COMPRESA L’ATTIVITÀ DI RISCOSSIONE COATTIVA E LA GESTIONE DEL CONTENZIOSO, NONCHÈ LA FORNITURA MEDIANTE NOLEGGIO DEI DISPOSITIVI ELETTRONICI PER IL RILEVAMENTO DELLE VIOLAZIONI AI LIMITI MASSIMI DI VELOCITÀ IN MODALITÀ MEDIA E PUNTUALE APPROVATI DAL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E MOBILITA’ SOSTENIBILE  IN OSSEQUIO ALLE DISPOSIZIONI PREVISTE DAL CODICE DELLA STRADA. – CIG: 8939926451 CPV: 79823000-9 / 34971000-4; Numero Gara: 8315998

 
Struttura proponente Comando Polizia Locale
Responsabile del servizio Gaetano Vellucci Responsabile del procedimento VELLUCCI GAETANO
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf comune-di-prossedi-capitolato - 687.11 kB
16/10/2021
File pdf quadro-economico-generale- - 91.51 kB
16/10/2021
File pdf bando-di-gara-autovelox-2021 - 278.29 kB
16/10/2021
File pdf contratto-unito - 548.46 kB
16/10/2021
File zip modulistica-di-gara - 3.63 MB
16/10/2021
File pdf determina-a-contrarre - 487.12 kB
16/10/2021
File pdf disciplinare-autovelox-2021 - 1.17 MB
16/10/2021
File pdf Curriculum Vitae FARINA VALTER - 477.95 kB
11/12/2021
File pdf Curriculum Vitae PUGLIESE PASQUALE - 630.46 kB
11/12/2021
File pdf Curriculum Vitae CATALDI GIORGIO - 1.18 MB
11/12/2021
File pdf Atto di costituzionedella Commissione valutatrice - 220.00 kB
11/12/2021
File pdf avviso-giorno-apertura-offerta-tecnica-autovelox - 364.26 kB
11/12/2021

Seggio di gara

Atto di costituzione 60 - 14/10/2021
Nome Ruolo CV
VELLUCCI GAETANO RUP

Commissione valutatrice

File pdf Atto di costituzione 93 - 10/12/2021
Nome Ruolo CV
FARINA VALTER PRESIDENTE File pdf
PUGLIESE PASQUALE COMPONENTE File pdf
CATALDI GIORGIO COMPONENTE File pdf

Avvisi di gara

23/11/2021Modifica date procedura Aperta: PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE SUSSIDIARIA DEI PROCEDIMENTI SANZIONATORI PREVISTI DAL CODICE DELLA STRADA IVI COMPRESA L’ATTIVITÀ DI RISCOSSIONE COATTIVA E LA GESTIONE DEL CONTENZIOSO, N
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggettoA seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornateTermine richieste chiarimenti16/11/2021 12:00Scadenza presentazione offerte23/11/2021 12:00Apertura delle offerte24/11/2021 ...

Chiarimenti

  1. 25/10/2021 14:05 - BANDO DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE SUSSIDIARIA DEI PROCEDIMENTI SANZIONATORI PREVISTI DAL CODICE DELLA STRADA COMPRENSIVA DELL’ATTIVITÀ DI RISCOSSIONE COATTIVA E LA GESTIONE DEL CONTENZIOSO, NONCHÈ LA FORNITURA MEDIANTE NOLEGGIO DEI DISPOSITIVI ELETTRONICI PER IL RILEVAMENTO DELLE VIOLAZIONI AI LIMITI MASSIMI DI VELOCITÀ IN MODALITÀ MEDIA E PUNTUALE APPROVATI DAL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E MOBILITÀ SOSTENIBILE IN OSSEQUIO ALLE DISPOSIZIONI PREVISTE DAL CODICE DELLA STRADA – CIG: 8939926451. RICHIESTA CHIRIMENTI.

    In merito alla procedura indicata in oggetto, con la presente siamo a richiedere alcuni chiarimenti circa le modalità operative della stessa, al fine di predisporre idonea offerta:
     
    • All’art. 3 lettera c) della PARTE II del Disciplinare di gara, vengono indicati i punti attribuiti ad ogni singola voce di ribasso. Si chiede di conoscere le modalità adottate dalla Stazione Appaltante ai fini dell’attribuzione dei punteggi di valutazione, dato che il punteggio massimo di ribasso dei singoli servizi non rispecchia il reale valore economico del servizio;
    • Riguardo all’art. 6.1 del Capitolato Speciale d’Appalto, viene richiesta una specifica funzionalità del software di gestione quale “…..La piattaforma informatica dovrà consentire di acquisire le immagini delle infrazioni, preventivamente validate dal corpo di polizia locale, e con apposito modulo integrato permettere agli organi di polizia di effettuare la fase dell’accertamento e della verbalizzazione…..”. Si chiede di sapere se soluzioni che offrono la possibilità di compiere tutte le operazioni di accertamento, validazione e varbalizzazione infrazioni all’interno della stessa piattaforma di gestione verbali saranno oggetto di positiva valutazione rispetto a soluzioni che, come da Voi indicato, prevedono l’obbligo di utilizzo di “moduli integrati”;
    • L’art. 6.5 del Capitolato Speciale d’Appalto descrive le modalità di attivazione del servizio di supporto alla riscossione coattiva, nonché la formazione degli atti da inviare ai trasgressori. A tal proposito, viene riportato che “…..Al debitore è imputato anche l’aggio di riscossione nella misura prevista dalle norme vigenti per il ruolo esattoriale e comunque secondo le disposizioni vigenti tempo per tempo. Il predetto aggio, solo se riscosso poiché pagato dal debitore, è di pertinenza del Concessionario per la riscossione e non potrà pertanto essere richiesto da quest’ultimo anche all’Ente…..”. Avendo già determinato un corrispettivo fisso a base d’asta all’art. 4 punto 3) del Capitolato Speciale d’Appalto, si chiede conferma che l’aggio percentuale eventualmente riscosso non verrà riconosciuto all’aggiudicatario;
    • Nell’art. 6.6 lettera f) del Capitolato Speciale d’Appalto, viene richiesto “…..L’aggiudicatario dovrà mettere a disposizione del Comando di P.L. almeno una unità lavorativa (con un minimo di 20 ore settimanali). Più precisamente a decorrere dall’attivazione del servizio, l’aggiudicatario dovrà mettere a disposizione dell’Ente almeno una unità lavorativa per un montante si ore settimanali previste dal presente Capitolato. Qualora nel corso dell'attività il numero delle violazioni sia maggiore di quello previsto nel presente documento, l’aggiudicatario dovrà implementare il personale presso l’ufficio di Polizia con altre unità lavorative al fine di rendere il servizio efficiente…..”, mentre all’art. 3 lettera A3 dello stesso documento viene richiesto “…..Il servizio dovrà prevedere a carico dell’aggiudicatario l’attività di supporto alla Polizia Locale di Prossedi, per la catalogazione del materiale cartaceo e pertanto quest’ultimo dovrà mettere a disposizione una unità lavorativa presso la sede dell’Ufficio Comando, operante per un totale minimo di ore 10 settimanali (dietro giusta nomina ad operare secondo la normativa sulla privacy da parte del titolare del trattamento dei dati). Più precisamente a decorrere dall’inizio dell’attività, ovvero dall’inizio della prima sessione di rilevazione delle infrazioni, l’aggiudicatario dovrà mettere a disposizione di questo Ente Polizia Locale, almeno una unità lavorativa per un montante di almeno 10 ore settimanali. Qualora nel corso dell’anno (e quindi fino al 31.12 di ogni anno, in quanto ai fini di tale computo il conteggio si azzera ogni inizio anno) il numero dei verbali sia superiore a 3.000, l’aggiudicatario dovrà mettere a disposizione un ulteriore montante di 5 ore settimanali e così via per ogni ulteriori 3.000 verbali…..”. Data la notevole differenza del montante ore (il primo è il doppio del secondo) che incide notevolmente sui costi della manodopera da prevedere ai fini della quantificazione dell’offerta economica, si chiede di conoscere il montante ore effettivo per il quale distaccare una unità lavorativa presso la sede del Comando Polizia Locale;
    • In merito all’art. 8 lettera l), si specifica che ad oggi non risulta approvato alcun dispositivo in grado di rilevare le infrazioni di cui all’art. 193 del C.d.S. in modalità automatica. Tale infrazione può essere solo ed esclusivamente contestata fermando il veicolo sul posto;


    QUESITO NR. 1) RELATIVO ALL’ART. 3 LETTERA C) DELLA PARTE II DEL DISCIPLINARE DI GARA.
    Le modalità adottate dalla Stazione Appaltante ai fini dell’attribuzione dei punteggi di valutazione sono di pertinenza del Responsabile del Procedimento che le adottate secondo criteri di equità,  propria conoscenza e competenza.

    QUESITO NR. 2) RELATIVO ALL’ART. 6.1.
    Come indicato nel Capitolato Speciale d’Appalto, le infrazioni dovranno essere “preventivamente validate” dal Comando di Polizia Locale. Il requisito richiesto al punto 6.1 è quindi relativo alle sole fasi di accertamento e verbalizzazione.
    Con il termine “con apposito modulo integrato” si intende esattamente che le funzionalità di accertamento e verbalizzazione siano rese disponibili all’interno della stessa piattaforma di gestione dei verbali, indipendentemente dalle modalità di validazione dei fotogrammi e senza l’utilizzo di software esterni e/o differenti da quello proposto.
    QUESITO NR. 3) RELATIVO ALL’ART. 6.5.
    Essendo previsto un corrispettivo fisso, si conferma che l’aggio percentuale eventualmente riscosso non verrà riconosciuto all’aggiudicatario.
    QUESITO NR. 4) RELATIVO ALL’ART 6.6 LETT. F).
    Il montante effettivo delle ore settimanali non può essere determinato a priori perché direttamente proporzionale ai verbali effettivamente emessi. In ogni caso, per il dipendente che dovrà essere regolarmente assunto con contratto di categoria, non si potranno superare le 40 ore settimanali per ogni singola unità lavorativa.
    Per ciò che riguarda l’unità lavorativa da distaccare a decorrere dall’inizio delle attività si conferma il montante di almeno 10 ore settimanali per le attività di cui all’art. 3 lettera A3 e di 10 ore per le attività di cui all’art. 6.6 lettera f), che potranno essere assegnate anche allo stesso dipendente, fermo restando il limite delle 40 ore settimanali nel caso di aumento del montante al superamento di 3.000 verbali, così come previsto dal Capitolato Speciale d’Appalto.
    Si specifica pertanto che l’orario minimo dovrà essere inteso in quello di cui all’art. 6.6 lett. f), cioè di 20 ore, 10 delle quali da dedicare alle attività di cui all’art. 3 lettera A3.
    QUESITO NR. 5) RELATIVO ALL’ART.8 LETTERA L)
    Premesso che l’art. 8 non prevede la lettera l), si specifica che in relazione alla possibilità di rilevare le violazioni per le infrazioni di cui all’art. 193 del Codice della Strada in modalità automatica, si rappresenta che tale servizio non è stato richiesto perché si tratta di funzionalità non ancora possibile, sia per assenza di apparecchiature approvate allo scopo che per il divieto di utilizzo dei misuratori della velocità per finalità non previste dallo specifico Decreto Dirigenziale di Approvazione.



     
    01/11/2021 11:46
  2. 08/11/2021 15:45 -  BANDO DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE SUSSIDIARIA DEI PROCEDIMENTI SANZIONATORI PREVISTI DAL CODICE DELLA STRADA COMPRENSIVA DELL’ATTIVITÀ DI RISCOSSIONE COATTIVA E LA GESTIONE DEL CONTENZIOSO, NONCHÈ LA FORNITURA MEDIANTE NOLEGGIO DEI DISPOSITIVI ELETTRONICI PER IL RILEVAMENTO DELLE VIOLAZIONI AI LIMITI MASSIMI DI VELOCITÀ IN MODALITÀ MEDIA E PUNTUALE APPROVATI DAL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E MOBILITÀ SOSTENIBILE IN OSSEQUIO ALLE DISPOSIZIONI PREVISTE DAL CODICE DELLA STRADA – CIG: 8939926451. RICHIESTA CHIRIMENTI.
    in merito alla procedura indicata in oggetto, con la presente siamo a richiedere alcuni chiarimenti circa le modalità operative della stessa, al fine di predisporre idonea offerta
    Nel capitolato di gara si chiede “ A7. Servizio di gestione della riscossione coattiva delle somme non oblate nei modi e nei termini previsti dal C.d.S. attraverso ingiunzione fiscale e recupero coattivo secondo le modalità previste nel R.D. 639/1910 e s.m.i.”;
    Nella documentazione di gara non viene richiesta l’iscrizione all’albo dei riscossori .
    Con il presente quesito si chiede di chiarire se, l’iscrizione all’albo dei riscossori è obbligatorio. 


    L’iscrizione all’albo dei riscossori è obbligatoria.
    Distinti saluti
    09/11/2021 19:20
  3. 09/11/2021 12:13 - Gent.mo Comm. Capo Vellucci,
    con la presente siamo a richiederLe le seguenti delucidazioni:
    1. In merito all’attività di riscossione coattiva, si chiede conferma che le spese per la spedizione di tutte le comunicazioni e la notifica degli atti saranno anticipate dall’aggiudicatario ed interamente rimborsate dall’Ente.
     
    1. Gli oneri di riscossione previsti dalla della L. 27/12/2019, n. 160 (art. 1, comma 803, lett. a) sono di spettanza dell’aggiudicatario?
     
    1. Tra i requisiti di idoneità richiesti, nel disciplinare di gara non viene menzionata l’iscrizione all’Albo dei soggetti abilitati ad effettuare attività di liquidazione, accertamento e riscossione dei tributi e delle altre entrate, di cui all’art. 6 comma 1 lett. b) del D.M. n. 289 del 11 settembre 2000, istituito ai sensi dell’art. 53 del D. Lgs. 446/97, essendo nell’appalto incluso il servizio di riscossione coattiva tale iscrizione è obbligatoria per l’aggiudicatario che si occuperà della suddetta attività.
     
    1. Tra i requisiti di capacità tecnico organizzativa, è richiesto di “aver svolto negli ultimi tre anni solari antecedenti la data di pubblicazione del bando di gara (2018 -2019-2020) almeno un servizio analogo a quello oggetto di affidamento per ciascuna tipologia di servizi coinvolta nell’appalto”, nell’elenco specifico immediatamente successivo, presente nel disciplinare di gara, tra le tipologie di servizi coinvolti nell’appalto non è menzionato il servizio di attività di riscossione coattiva, si richiede se tale requisito è richiesto anche per la suddetta attività.
     
    1. Tra i requisiti di capacità tecnico organizzativa è richiesta la certificazione ISO 37001, oppure, “in alternativa, l’impresa può presentare una relazione esplicativa sulle misure adottate per prevenire ed evitare i rischi di corruzione in maniera ragionevole e proporzionate alle dimensioni e alla complessità della propria organizzazione al fine di contribuire a garantirne l’integrità e di mantenerne l’efficacia”, si richiede se è da ritenere valido allegare una dichiarazione sottoscritta dall’Organo di Vigilanza secondo quanto previsto dal “modello 231 – misure di prevenzione della corruzione e della trasparenza.”   
     
    1. Per l’intera durata del contratto il numero stimato di pratiche da lavorare riportato nel capitolato speciale d’appalto è pari a 2000, qualora il numero delle suddette pratiche fosse di gran lunga superiore alle 2000 ipotizzate, quanto stabilito al punto 4.3 del capitolato speciale d’appalto continuerà ad essere valido per il totale delle pratiche lavorate del triennio oppure oltre un limite massimo sarà indetta una nuova procedura di gara?


    RISPOSTA AL QUESITO NR. 1)  In merito all’attività di riscossione coattiva, si  conferma che le spese per la spedizione di tutte le comunicazioni e la notifica degli atti saranno anticipate dall’aggiudicatario ed interamente rimborsate dall’Ente. come indicato al punto 6.5 del capitolato a norma del quale mensilmente saranno corrisposte dall’Ente previa analitica rendicontazione e fatturazione dei relativi importi.
    RISPOSTA AL QUESITO NR. 2)  In riferimento alla domanda   se gli oneri di riscossione previsti dalla della L. 27/12/2019, n. 160 (art. 1, comma 803, lett. a) sono di spettanza dell’aggiudicatario si asserisce che essendo previsto un corrispettivo fisso, ’aggio percentuale eventualmente riscosso non verrà riconosciuto all’aggiudicatario.

    RISPOSTA AL QUESITO NR. 3) Tra i requisiti di idoneità richiesti, pur se non espressamente citata nel disciplinare di gara,  vi è l’iscrizione all’Albo dei soggetti abilitati ad effettuare attività di liquidazione, accertamento e riscossione dei tributi e delle altre entrate, di cui all’art. 6 comma 1 lett. b) del D.M. n. 289 del 11 settembre 2000, istituito ai sensi dell’art. 53 del D. Lgs. 446/97, essendo nell’appalto incluso il servizio di riscossione coattiva. Si conferma che una tale iscrizione è obbligatoria per l’aggiudicatario o per il componente del raggruppamento temporaneo che si occuperà della suddetta attività.

    RISPOSTA AL QUESITO NR. 4) Essendo previsto  tra i requisiti di capacità tecnico organizzativa, l’“aver svolto negli ultimi tre anni solari antecedenti la data di pubblicazione del bando di gara (2018 -2019-2020) almeno un servizio analogo a quello oggetto di affidamento per ciascuna tipologia di servizi coinvolta nell’appalto”, tale requisito si intende richiesto anche per il servizio di attività di riscossione coattiva che rientra nell’oggetto dell’appalto. In tal senso il capitolato  che recita “almeno un servizio analogo a quello oggetto di affidamento per ciascuna tipologia di servizi coinvolta nell’appalto”

    RISPOSTA AL QUESITO NR. 5)  In merito alla domanda “Tra i requisiti di capacità tecnico organizzativa è richiesta la certificazione ISO 37001, oppure, “in alternativa, l’impresa può presentare una relazione esplicativa sulle misure adottate per prevenire ed evitare i rischi di corruzione in maniera ragionevole e proporzionate alle dimensioni e alla complessità della propria organizzazione al fine di contribuire a garantirne l’integrità e di mantenerne l’efficacia”, si richiede se è da ritenere valido allegare una dichiarazione sottoscritta dall’Organo di Vigilanza secondo quanto previsto dal “modello 231 – misure di prevenzione della corruzione e della trasparenza.”  Si, si ritiene valido quanto evidenziato.


    RISPOSTA AL QUESITO NR. 6) Tenuto conto che come riportato nel disciplinare di gara , l’appalto è da considerarsi di tipo misto in quanto è presente un costo fisso predeterminato (canone giornaliero per l’utilizzo dei dispositivi) ed un importo a misura calcolato per ogni infrazione gestita ( il cui numero non è determinabile a priori in quanto legato al comportamento dell’utente stradale oggetto di controllo), qualora il numero degli atti da lavorare sia superiore a quello previsto nei documenti di gara, l’appalto continuerà ad essere valido.

     
     
     
    12/11/2021 22:56

Registrati o Accedi Per partecipare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk
Per supporto alle Stazioni Appaltanti: