Omessa dichiarazione Illeciti Professionali

Logo - Tutto Gare
Logo - Tutto Gare
28
NOV 18

Nelle procedure di gara ad evidenza pubblica, è legittimo il provvedimento di esclusione emesso dalla Stazione Appaltante nei confronti del concorrente che non ha dichiarato «in sede di presentazione della domanda di partecipazione, la precedente revoca di una aggiudicazione subita dalla stessa amministrazione per un servizio analogo». Sulla questione si è pronunciato il Consiglio di  Stato sezione V, con sentenza n.6461 del 16/11/2018, stabilendo che «l’omessa dichiarazione di dette informazioni è da ritenere idonea ad integrare il “grave illecito professionale” che, per porsi in contrasto con il principio di lealtà nei confronti della stazione appaltante, pregiudica la valutazione di affidabilità del concorrente; ciò esclude che vi siano poteri amministrativi non esercitati, di cui deve essere consentita la riattivazione in sede procedurale». Nella fattispecie la «revoca di una aggiudicazione provvisoria cui è seguita l’esecuzione in via d’urgenza è suscettibile di integrare il “grave errore professionale” e, per questo, deve essere comunicata alla stazione appaltante quale che siano le motivazioni che l’abbiano determinata». In materia, infatti, l’art. 80, comma 5, lett. c) del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50 «non opera alcuna distinzione nell’ambito degli obblighi dichiarativi imposti all’operatore economico, i quali, pertanto, ricomprendono ogni vicenda professionale pregressa anche se abbia coinvolto la stessa stazione appaltante cui le informazioni sono rivolte». Infine la stessa Corte ha precisato come detta omissione non possa essere oggetto di sanatoria, in sede di svolgimento di gara, determinato ex se la legittimità dell’esclusione del concorrente. Infatti «l’omissione informativa che abbia ad oggetto una pregressa vicenda professionale suscettibile di integrare “grave illecito professionale” non è suscettibile di essere emendata mediata attivazione del soccorso istruttorio di cui all’art. 83, comma 11, d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50: è la condotta omissiva in sé ad assumere rilevanza per la valutazione dell’affidabilità dell’operatore e non soltanto l’oggetto dell’informazione omessa».

Qui Sentenza Cds Sez. V n.  6461 del 16/11/2018

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk piattaforma@asmel.eu
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

By ASMEL ASSOCIAZIONE

Via Carlo Cattaneo, 9 Gallarate (VA)
Email: piattaforma@asmel.eu 


 

ASMEPAL

Centro Direzionale, Isola G/1 80143 NAPOLI
Email: info@asmepal.it – PEC: asmepal@asmepec.it